Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

lunedì 5 maggio 2014

Capricci-mamma: 2-0.

I bambini fanno i capricci, è normale.
Si impuntano su cose invisibili, irrilevanti, si impuntano emotivamente e anche fisicamente, senza voler più muovere un passo da lì.
Cigolino non fa eccezioni. Un attimo prima mi sta abbracciando e riempendo di baci, un attimo dopo è buttato per terra, in urla che non sai come escano da quel corpicino e non c'è più modo di mediare o rimediare.
Ecco, in questi frangenti sono davvero in difficoltà.
Di solito lo ignoro, passerà.
Se siamo però in mezzo alla strada, al supermercato o in luoghi pubblici non so davvero a che risorse attingere.
A parlarci, non ascolta.
A cercare di rimetterlo in piedi, urla di più e tutti intorno che ti guardano come fossi una maltrattatrice di bambini.
A prenderlo in braccio per forza, giusto per non lasciarlo lì per terra, sembra di sradicarlo dalla sua aiuola.
Aiuto!
Cosa fate voi in questi casi? Se ne avete, certo, di casi così.
E poi, perchè fanno così?
Credo di aver lavorato bene, insieme a GF, sulle regole base: ora della nanna, essere educato/gentile con gli altri bambini, in macchina si usa il seggiolino, si mangia seduti a tavola o sul seggiolone e cose così, comprensibili a applicabili alla sua età. Non siamo arrendevoli, cerchiamo di non creargli confusioni o tensioni.
Eppure.
Ci resto malissimo quando fa così, soprattutto se siamo in giro. Mi viene voglia di tornare subito a casa e non uscire finchè non sarà grande. Mica va bene.
Ho trovato un articolo interessante sui capricci, lo potete leggere qui
A me interessa la pratica però: raccontatemi come ne venite a capo :)