Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

giovedì 17 aprile 2014

Vi stancate mai?

Ma anche a voi il tempo non basta mai?
No, perchè stamattina mi sono resa conto di aver caricato la lavatrice due giorni fa e di non averla mai fatta partire; ieri sera, rientrando a casa, ho realizzato che non avevo sistemato la lavastoviglie al mattino, perchè affacendata in altre cose; l'armadio è ancora in versione invernale; la cesta di cose da stirare si fa minacciosa; sono secoli che non entro in una libreria e cose così.
Sono anche secoli che io e GF non ci facciamo due chiacchiere in santa pace.
Però corro sempre.
Corro al lavoro, corro a casa, corro in casa e più che la general manager di casa (casalinga sminuisce) sembro una furia, una posseduta da un qualcosa di brutto.
"Mamma ferma daiiii!"
E io svuisssscccc, aleggio tra cucina e camere, un'entità astratta e senza pace.
Sapete cosa?
Sono stanca.
Fisicamente, ma soprattutto mentalmente.
Perchè non penso a me neppure un minuto al giorno: o è il lavoro, o è Cigolino, o è la casa e meno male che GF mi da una mano.
Ma anche a voi va così?
Ogni mese faccio il buon proposito di iscrivermi a un qualcosa che mi porti fuori casa anche solo un paio d'ore alla settimana, ma niente, il progetto naufraga sempre per mancanza di tempo da dedicare.
Va mica bene così. Giusto? Consigli, trucchi e dritte sicure?

Vabbè. Intanto ci prepariamo per Pasqua. Cioè. Quasi.
L'idea era quella di andare in Calabria, al mare, in macchina, a trovare la nonna.
Non riusciamo a deciderci: GF e io siamo stanchissimi e il pensiero di un viaggio così lungo ci scoraggia.
Poi bisogna considerare tutte le pause pipì necessarie a Cig, che è senza pannolino, ma ancora incerto sui tempi di avviso.
Raramente mi capita di non aver voglia di partire per stanchezza.
Vorrei essere teletrasportata al mare, in pochi minuti.
O, in alternativa, dormire Pasqua e Pasquetta di filato. In silenzio. Senza nient'altro da fare che godermi il silenzio e il panorama dell'interno delle mie palpebre.
Lo so, non sono discorsi materni.
Io però ho nostalgia del silenzio e del fare niente. Qualche volta almeno.

Questa settimana niente ricette vegan, che lo so che siete già nel menù delle feste :)
Che cosa preparerete?


3 commenti:

  1. ciao Wisi, hai ragione anch'io mi sentivo con l'acqua alla gola e sempre in ritardo su tutto, casa in prima linea.
    Poi, circa un mese fa, ho scoperto, per puro caso, il sito di flylady Italia che, con piccoli passi (baystep), mi sta insegnando a riappropriarmi del mio tempo e della mia casa senza più sensi di colpa o maratone snervanti di pulizie.
    Adesso mi rendo conto che sono più tranquilla, serena e, sopresa, faccio più cose senza rendermene conto.
    In ogni caso, se siete così stanchi, ci penserei bene prima d'intraprendere un viaggio lungo, oppure optate per l'aereo o la nave!
    Tanti auguri!!!!
    Claudia

    RispondiElimina
  2. Ciao Claudia,
    ho dato un'occhiata al sito flylady, ma mi ha preso subito un po' di ansia :D Ci racconti come funziona, ti va?

    RispondiElimina
  3. ciao Wisi, il concetto base è non farsi prendere dall'ansia ma, anzi, inserire con calma ed a piccoli passi (babystep) delle abitudini giornaliere che, alla fine di un mese, diveranno, senza che ci si renda conto, una prassi.
    L'inizio è leggere (http://flyladyitalia.weebly.com/bs_intro.html)la parte relativa ai babystep e vedrai, che con poche mosse riuscirai a riappropriarti del tuo tempo, che finalmente tornerà ad essere libero.
    Fammi sapere
    ciao, Claudia

    RispondiElimina

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)