Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

mercoledì 28 marzo 2012

E se non mangia?

A cigolino non piace mangiare. Tanto entusiasmo per il primo boccone a cui segue sonoro bleah! e immediata espulsione. Non e' sempre così, ma lo fa sempre più spesso. Cuore di mamma si preoccupa, orgoglio di cuoca ne esce ammaccato. Se in linea di principio la sera preferisce una pappa dolce, la linea e' davvero sottile. Mi spiazza. Mi lascia perplessa e mi preoccupa. E' un bimbo minuto, se salta i pasti sembra subito una candelina. Che si fa? L'ultimo esperimento e' tagliare striscioline di cibo, formaggio, prosciutto, pane e lasciare che mangi da solo, con le mani. Allora si, si diverte, mangia. Pero' tra ciò che resta sulle mani, ciò che viene lanciato a terra per scoprirne il rumore o spalmato al muro per valutare la consistenza, nel pancino finisce ben poco. Unica passione conclamata e' la frutta: che sia in vasetto, a pezzi o grattugiata gli piace tantissimo. Si e' mai sentito pero' di un bambino che cresce solo a frutta? Altra passione, appena scoperta, e' il gruviera e anche qui non sono certa che sia la base ideale di alimentazione corretta. La tata mi riferisce di giornate fameliche e altre in cui bisogna lottare, di amori brevissimi per una cosa, che il giorno dopo non vuole già più. Lo so, non si può avere tutto. Cigolino dorme tutta la notte, si addormenta da solo, e' buono: se anche mangiasse sarebbe troppo, no? Pero'. Accetto consigli. Trucchi. Menù. Metodo su come non farsi abbattere e non perdere la pazienza.