Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

lunedì 7 luglio 2014

Safari :)

Che uccello è? 
Sabato siamo andati tutt'e tre a visitare un parco faunistico.
Cioè uno zoo, ma con le gabbie che fanno finta di non esserlo.
Quanto io sia contraria alla detenzione degli animali è inutile che lo dica, ma considerato che non abbiamo in programma di andare in Africa o Asia e neppure di adottare uno scimpazè, abbiamo pensato di far vedere qualche animale dal vero a Cig. Che altrimenti li vede solo nei cartoni animati o alla tv e chissà cosa pensa.
Siamo stati al parco Cornelle, vicino a Bergamo.
E' una gita piacevole, un percorso affrontabile anche dai bambini più piccoli e pensato anche per i passeggini.
Ci sono grandi recinti (ok, mi sforzo di non chiamarle gabbie), spaziosi, che ospitano animali da ogni dove.
Abbiamo visto zebre, giraffe, elefanti, antilopi, gazzelle, serpenti, pappagalli, gufi e via così, un piccolo safari, con percorsi anche in ambientazione da foresta pluviale o tra stagni e cascate.
Divertente, interessante.
Cigolino ha dimostrato un piglio da botanico, perchè era molto più interessato alle piante che agli animali.
E' rimasto folgorato dalla foca che nuota, dal cucciolo di zebra e da un uccello di cui non abbiamo scoperto il nome (quello in foto) che, a dir suo, non aveva le piume, ma i fili attaccati alla coda.
A chiedergli comunque quale animale gli sia piaciuto di più, la risposta è una sola: i drilli!!!
I coccodrilli (alligatori in verità) fermi immobili, in uno specchio d'acqua altrettanto fermo, sotto un sole grande così. E' stato a guardarli almeno un quarto d'ora, seduto e silenzioso, battendo le mani contento di tanto in tanto. I drilli mamma!
La cosa che invece ha colpito noi è quello che Cigolino ha detto guardando gli elefanti e poi anche l'orso:
"Sembra triste, poverino".
Mi sono sciolta, mi è venuta una tenerezza che ciao.
Non ho neppure osato chiedergli cosa vuol dire triste, tanto il momento è stato toccante.
Li guardava serio, lo so che potendo li avrebbe abbracciati.
Giuro che non l'ho influenzato io: non ho detto niente su gabbie, lontananza da casa e vivere in cattività. L'ha capito da solo.
Se vi capita, fateci un giro alle Cornelle.
L'impatto con l'odore di animale può spiazzare, ma un attimo dopo non ci si accorge più. Il percorso ha piacevolissime aree pic nic, che portarsi il pranzo al sacco è una buona idea, di molti punti ristoro, scivoli e altalene. Una bella gita.
Adesso però ditemi che uccello è quello della foto, ok? :)

1 commento:

  1. Uè nessuno che mi ha detto che quello nella foto è un PAVONE BIANCO :)

    RispondiElimina

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)