Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

venerdì 17 gennaio 2014

Il gioco non è bello, quindi dura poco

La notizia ieri mi ha fatto sobbalzare sulla sedia.
Mi stavo già infuriando, ma fortunatamente ho letto subito che era già stata ritirata dal mercato e ho potuto riprendere il controllo di me e del mio nervoso.
A inizio anno era uscita una simpaticissima APP su apple store: Fai la liposuzione a Barbie.
Sì sì, proprio così.
Nessun nesso con la Mattel, ma solo un nome furbo per attirare quanti più utenti possibili.
Gioco consigliato dai 9 anni in sù.
Gioco, vabbè.
Lo scopo è quello di far dimagrire Barbara perchè mangiare troppi hamburger e cioccolato l'ha resa ORRIBILE, nessuna dieta la può più aiutare e quindi non resta che la liposuzione. Complimenti anche alla scelta delle parole: da quando grasso è indicatore di orribilezza?
E via che si inizia con l'intervento, la sala operatoria, i punti da aspirare, le medicazioni, la breve convalescienza, via le bende e voilà: Barbara torna magra e splendida e da tutti applaudita.
Dai ditemi che vi siete arrabbiate anche voi, perchè io non ci credo che un genitore, ma neppure uno zio o la nonna, possa desiderare che un gioco così transiti anche solo per sbaglio sul tablet di casa.
La pacchia è durata pochi giorni per gli sviluppatori di questa roba.
Pacchia, perchè in pochissimi giorni è stata scaricata quasi un milione di volte. UN MI-LIO-NE.
La sfortunata ragazza da operare, dice lo storytelling della app, è così tanto in sovrappeso che nessuna dieta può aiutarla.Nella nostra clinica potrà essere operata e tornare magra e bellissima.
E che vada a farsi benedire l'educazione alimentare, le buone abitudini, lo sport, la frutta, la verdura e il conoscere se stessi, l'essere apprezzati per chi si è e non per come si appare: ci sono i bisturi, non è tanto più comodo veloce e senza paranoie semi-filosofiche e poco pratiche?
Fortunatamente qualcuno si è accorto di quanto dannoso potesse essere il giochino, soprattutto per l'autostima delle bambine. Ma anche aggiungo io, per la visione che i bambini maschi possono maturare sul mondo femminile. Non c'era, nell'app, un Big Jim panzone, per dire.
Insomma un pasticcio, di pessimo gusto e dagli effetti imprevedibili.
Alzata di scudi in tutto il web e l'app è stata ritirata.
Fino a quando? Perchè non ci sono molti limiti e questo mi preoccupa.
Nei video giochi, poi, è tutto possibile: dal mettere sù una cosca mafiosa, eserciti crudeli o impersonare un serial killer fino alle frontiere ancora inesplorate delle operazioni di chiururgia estetica.
Il gioco non è più bello, è crudele. Anche quando dura poco, come questo.
Non ha più fantasia, ma realtà ridondante e deforme.
Mi preoccupo.
A Cigolino magari piacerà da matti squartare nemici virtuali, magari perchè nei suoi primi tre anni gli ho fatto notare troppe volte quanto sono amabili i Barbapapà e i Cuccioli (sono fan del pulcino SenzaNome e me ne vanto :D )
Vai a sapere.
Però il bambino è lui, lui sarà il ragazzino che gioca i giochi pensati da adulti.
Quindi. Che razza di adulti ci sono in giro e incaricati dell'intrattenimento dei più piccoli/giovani?
Me la sono presa troppo, vero? In fondo l'hanno ritirato, non c'è più.
Eppure mi resta un disagio che ciao.