Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

venerdì 15 aprile 2011

Screening auditivo

Stamattina abbiamo fatto lo screening auditivo.
Hanno collegato Cigolino a 3 elettrodi (piccoli piccoli), uno sula guancia, uno sulla fronte e uno sulla nuca, poi gli hanno infilato due orecchie di plastica. Sembrava uscito da una puntata sull'infanzia di Star Trek.
La macchina trasmette impulsi nelle orecchie e se si registrano risposte dal cervello è tutto ok.
Ci sente.
Non avevamo dubbi. Abbiamo ancora impressa nella memoria una sua ecografia, intorno ai 3 mesi, in cui si dimenava tutto, con le mani sulle orecchie perchè gli dava fastidio il rumore dell'eco. Era grande come un fiammiferino e già stava dicendo la sua.
Cigolino è così. Sorride tanto e piange quando è strettamente necessario, e si fa capire.
Siamo stati anche in neonatologia, per un prelievo di sangue (che si fa dal micro tallone).
Le ostetriche ci hanno fatto un sacco di feste e come è lievitato, guarda che belle guanciotte. Sembrava una rimpatriata, bisognerebbe fare un giretto più spesso.
La cosa che mi ha preoccupato un po' è che sono stata felice di questa "gita", fuori dai confini delle nostre passeggiate quotidiane. Diamine, stavamo andando in ospedale non a shopping!
Non appena mi sentirò meno stanca, perchè mi sento ancora un po' così, bisognerà ampliare gli orizzonti.
Sinceramente è questa l'unica cosa che trovo pesante in questo inizio di maternità: il magnifico isolamento. Magnifico perchè lo è, non c'è cosa più elettrizzante di vedere i cambiamenti quotidiani di Cigolino, di intuire ogni giorno una cosa nuova, di entrare in contatto sempre più profondamente. Ma è pur sempre isolamento, silenzio e tempi scanditi dalle poppate ogni 3 ore, max 3 ore e mezzo, per cui con poca libertà di azione.
E non mi sento neanche un po' madre snaturata mentre penso queste cose.