Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

giovedì 14 aprile 2011

Parco della moda

Come fare l'haka :)
Tutte le mattine usciamo Cigolino e io.
Prima di tutto mi preparo con l'haka, perchè il passeggino, che è fra i più leggeri dicono, in realtà pesa e ti fa chiedere puntualmente quanto tempo è che non vai in palestra. Nel mio caso, 8 anni. Solo l'haka può dare la carica giusta.
Scesi i 5 scalini dell'ingresso del palazzo, che supero in retromarcia e sollevando l'intera navicella-con-ruote, roteando a destra e sperando di non strapparmi definitivamente i crociati, ci facciamo un'oretta di buon passo, mentre gli racconto i colori dei fiori e cosa sono i rumori che sente.
Attraversiamo un paio di parchetti, popolati da nonni con nipotini, badanti con nonni, nonni da soli e qualche sporadica mamma con bimbi piccoli. Ci si saluta tutti, o per lo meno si scambia un sorriso.
Un panorama rassicurante, in cui noi sfrecciamo (si fa per dire) sorridenti e sentendoci anche piuttosto in forma e fascinosi. Sì sì, anche in tuta e scarpa ginnica.
Ma il sabato e la domenica tutto cambia. Drammaticamente.
I parchetti innocui fino a venerdì, si trasformano nel parco della moda che anche il Monopoli invidia, in cui mamme bionde, magre, alte, fanno giocare bambini griffati; chiacchierano tra di loro, le mamme, con sorrisi da spot del dentifricio, raccontano di sedute dal parrucchiere, di prossime vacanze e che prima o poi, visto che tra anticipata, obbligatoria, facoltativa e aspettativa, sono a casa in maternità da un paio d'anni, prima o poi sì, bisognerà tornare anche al lavoro. Che fatica, quasi meglio fare il secondo, o terzo, figlio tanto figurati se ritrovo il mio posto, sarò demansionata ...
E io ho ancora la tuta e la scarpa ginnica, il cappellino e quell'aria un po' così, che abbiamo noi che abbiamo macchie dell'ultimo "ruttino" sulla spalla sinistra.
Non si squagliano neppure al sole, le mamme week end del parchetto, mentre io mi sento paonazza e volentieri mi arrotolerei i pantaloni.
Stanno fresche in camicie floreali, jeans e il tacco che non può mancare proprio mai.
Io in questi frangenti mi sono chiesta più volte: ma come fanno?
Poi però non ho trovato risposta e ho cambiato punto di vista.
Ma come faccio io? è la vera domanda.