Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

giovedì 27 gennaio 2011

Sarò chimera (ovvero il microchimerismo)

Un essere ibrido, metà uomo e metà capra nell'antichità, metà mamma e metà suo figlio nei tempi moderni.
Dire che la maternità è un'esperienza che ti trasforma per sempre non è solo uno slancio emozionale, ma è proprio vero da un punto di vista biologico.
Mamma e figlio si scambiano cellule durante la gestazione, che ognuno si porterà dentro per diversi decenni. Se nel figlio il fenomeno era noto e in un certo senso immaginabile, che anche il contrario accadesse è più affascinante. E' stato trovato del DNA maschile in mamme che avevano partorito 27 anni prima; è stato evidenziato che i problemi di dermatosi in gravidanza (e qui mi tocca da vicino) dipendono da DNA in circolo non tuo; si ipotizza che alcune malattie autoimmuni, che insorgono dopo il parto, siano dovute alla reazione del corpo della mamma alle cellule del figlio che restano in circolo nel corpo; ma anche che le cellule bambine aiutino a riparare i tessuti danneggiati, anche di organi malati. Insomma è come se il bambino lasciasse un regalo alla mamma, una piccola dose di elisir che la mamma si porterà sempre dentro. E' ragionevole pensare che le mamme vivono mediamente di più proprio per questo motivo.
E' romantico immaginare che questo avvenga soprattutto tra mamma e figlio maschio. Non è così, anche le bimbe lasciano l'impronta di sè nella mamma, solo che il loro DNA è meno evidente.
In questo articolo il microchimerismo viene spiegato in modo semplice e affrontabile.




Molto interessanti ho trovato anche le considerazioni psicoanalitiche, l'articolo non è di semplice lettura, ma apre orizzonti interessanti su alcune implicazioni biologiche, psicosomatiche e sulla relazione con gli altri.

1 commento:

  1. ...mi fai commuovere....soprattutto se penso che nonostante qs.magia io non abbia saputo vivere a pieno il mio richi perchè dopo la sua nascita ho fatto corto circuito per un pò di mesi....ma, anche dagli errori s'impara
    baci sere

    RispondiElimina

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)