Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

venerdì 19 novembre 2010

Non conosco la noia

Questo week end sono da sola, per cui mi sto organizzando.
Il programma prevede diverse attività, tante. Per semplicità elenco:
1) Dormire
2) Dormire
3) Dormire
4) ....
Troppo fitto? Mi stancherò?
Ok ok, niente imprudenze, meglio sfoltire un pochino.
Ho una fortuna grandissima, non conosco la noia. Ho sempre qualcosa da fare.
Per esempio sono mesi che rimando la creazione della mia prima opera figurativa: un collage che immagino da tempo, ma che ancora non ho attuato. Oppure ho le tende da lavare.
Ho questo blog da riorganizzare, che comincio a non capirci più niente.
Le piante sul mio micro balcone da potare. Liberare una parte più significativa di armadio per GF (questa però è tra le imprese disperate) e un raid di shopping scientifico proNatale, anche se lo so che IL GIORNO dei regali di Natale è il 23 dicembre ed è presuntuoso e utopico immaginare un mio così ampio anticipo.
Ci sono i ravioli di zucca di Laura sabato sera, se riesco a vincere il sonno e spingermi dalla parte opposta di Milano. Vorrei rimettere in moto la macchina del pane.
Finirò davanti alla tv a giocare a RedSteel2, sprezzante del pericolo, sciabolando quei cattivoni  lì, per poi impastarmi sul divano, con la copertina a parlare con Fiammiferino.
Magari un giro all'Ikea.
Il libro da leggere, che mi piace tanto e manca poco per finirlo.
Imbiancare la cameretta (SCHERZOOO!!).

Nessun commento:

Posta un commento

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)