Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

venerdì 26 novembre 2010

Il senso di una gravidanza over 40

Nel web non trovo niente.
Che differenza c'è tra una donna che diventa mamma dopo i 40 anni e una che lo fa molto prima?
Non mi riferisco a tutti i rischi, a considerazioni del tipo sembrerai sua nonna quando lo accompagnerai a scuola, non ci sto allo stereotipo della donna in carriera, un po' egoista, che prima pensa a sè e poi se mai a metter su famiglia. Sui rischi, sulla minor probabilità di restare incinta, sui problemi che si possono incontrare sì, sono d'accordo. D'altra parte 40 e più sono un'età, per quanto nessuna di noi se la senta veramente e difficilmente la dimostri. Sul resto molto, molto meno.
Immagino che quando Fiammiferino andrà a scuola, ci saranno altre mamme a l'age, non  sarò sola. Non tutte poi saranno amministratori delegati di qualcosa, ma mamme, che magari lo saranno diventate tardi perchè prima non è arrivato, perchè prima non erano nel matrimonio giusto, perchè prima un uomo non l'avevano proprio.
Una mamma molto più giovane potrebbe essere ancora in un matrimonio non giusto, per esempio. Non è cinismo, ma statistica: i matrimoni, soprattutto i primi, si rompono con una facilità impressionante.
Una mamma oltre i 40 ha meno energia (e qui parlo per me), ma tanta vita alle spalle e una saggezza conquistata con il tempo.
Una mamma giovane si sente nell'ordine naturale delle cose, una mamma meno giovane si sente una privilegiata, baciata dall'universo tutto.

Prima dicevo che no, mamma anziana no. Adesso ne vedo il senso ....

10 commenti:

  1. Una mamma oltre quaranta...semplicemente può avere sentito il desiderio di avere un figlio proprio e solo dopo i quaranta! Può anche essere accaduto che il desiderio di maternità abbia necessitato di più tempo per venire alla luce...e che male c'è? meglio un figlio desiderato, veramente desiderato, che una gravidanza inconsapevole o peggio un pargolo da portare in giro come uno status simbol!
    LISBET

    RispondiElimina
  2. al corso preparto ero una delle più "piccole", la maggior parte delle donne erano tra i 39 e i 42, erano tutte donne "normali" con storie diverse alle spalle: aborti, matrimoni tardivi, tentativi di anni e anni.... eppure erano la felicissime e consapevoli del grande miracolo che avevano.... nella pancia :-)
    un bacino sulla tua pancia da parte mia e della pulce
    Ale (primAle)

    RispondiElimina
  3. Non essere pronte, avere storie alle spalle... i motivi sono tanti che non serve cercarli. Però la mamma 40enne lascia ancora perplessi, e ci si butta in tanti luoghi comuni. Mi da veramente fastidio.
    Intanto oggi è nata Penelope, la figlia di Gianna Nannini. 54 anni. Oltre la frontiera.

    RispondiElimina
  4. giusto ieri ho letto una recensione sulla nascita di penelope....l'ho tagliata e letta con attenzione...puoi esser o meno d'accordo...a me è piaciuta....la trovi sul quotidiano la provincia di como (che sarà sicuramente online)a fine giornale....bacissimi sere

    RispondiElimina
  5. Meno male Barbara che ci sei tu... se ti leggo, non perdo la speranza... :-)

    RispondiElimina
  6. Or
    Buongiorno Alessandra,
    sono una mamma post quaranta. La differenza c'è in un sacco di cose naturalmente: ad esempio la fatica (anni di notti in bianco a 42 anni e il giorno dopo in ufficio e giocare e... non sono mica come a 25:))
    Le differenze siamo noi: per fortuna, ognuno diverso, compreso il bimbo che verrà. Con le nostre storie, desideri, aspirazioni, felicità e dolori, sbagli e cose da iniziare ancora.
    Io l'unica mamma della mia età che ho incontrato fra nido, materna, piscina e pediatra ho scoperto poi essere la nonna :)
    Sono contenta di essere passata di qui: ti mando un sorriso ed un abbraccio, puoi tenerli o regalarli a chi vuoi.

    RispondiElimina
  7. Ciao Roberta, il tuo commento mi ha fatto intravvedere ciò che mi aspetta...lo so che mi scambieranno per la nonna, mannaggia! In realtà io mi ritengo una ragazza d'età, che suona meglio ;) In fondo ho 18 annix2+6. Però vero, le energie, me ne accorgo già adesso, a volte latitano... Ti aspetto ancora, buon fine settimana.

    RispondiElimina
  8. Ciao, appena entrata in internet orami quasi un anno fa, mi sono imbattuta nel tuo blog...subito mi sono sentita coinvolta da vicino dall'argomento maternità post 40 e da questo post ...io purtroppo non so se sperimenterò mai questa tua esperienza..ho 40 anni e una relazione sterile (in tutti i sensi)...scusa per l'amarezza!!!...oggi che finalmente so come lasciare un commento l'ho fatto ed ora in avanti ti seguirò...ciao e continua così
    tania

    RispondiElimina
  9. Ciao tamia e benvenuta! Conosco la tua amarezza , e' simile a quella di amiche e persone incontrate qui. Ti abbraccio e adesso che sai lasciare i commenti, beh, chiacchieriamo :)

    RispondiElimina
  10. Tania non tamia, scusami , a volte litigo con i tasti...

    RispondiElimina

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)