Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

lunedì 20 giugno 2016

Saggezza cinquenne.



E' la stagione della stanchezza.
La mia, ma che non fa testo perchè sono in un'età in cui è bene famigliarizzare con stanchezza, sbalzi d'umore, di peso, ma mai d'altezza mannaggia; quella di GF e quella di Cig.
E' proprio il giovanotto di casa quello che fa più fatica: ad alzarsi al mattino; a mangiare in modo regolare; a prestare attenzione. E' come una farfallina che svolazza da una cosa all'altra senza davvero dare un senso a ciò che fa.
Ha voglia di vacanza, di andare via, cambiare aria.
"Mamma, partono tutti, noi no?" mi chiedeva ieri, dopo i saluti all'ennesimo amichetto in partenza.
"Devo lavorare ancora un po' Cig, poi andiamo anche noi, ok?"
"Evvvabeeene. Però perchè tu devi lavorare e tutte le altre mamme no?"
"E non lo so Cig. Non ho ancora capito come si fa a non lavorare"
"E quando lo capisci?"
"Magari quando sarò più grande"
"Uhm. Pensavo fossi già grande"
"Non si finisce mai di crescere"
"Che nnnnoia allora"
"Non è così male, non ti preoccupare"
Mi guarda con il suo sguardo intenso, quello che in realtà sta cercando di entrare direttamente nell'anima per capire se lo sto prendendo in giro oppure no.
Sgoccioli.
Di energia, di pazienza.
Sgocciola anche il fine settimana, che qui piove da sempre, da prima, che ti si inzuppa un po' tutto, soprattutto l'umore.
Poche idee su come passare il tempo.
Un'estate che non fa il suo dovere aiuta poco e stanca di più.
Ci siamo messi a guardare i cataloghi on line delle camerette.
Cig ne ha scelto 3 in base ai giochi.
"Cig, non guardare i giochi. Quelli non ci sono. Guarda il letto, il colore dell'armadio, queste cose"
"Ah ok" e continua a sfogliare l'ipad, con quel dito velocissimo ed esperto. Si ferma un attimo, su una cameretta verde fluo terrificante.
"voglio questa" dice deciso
"Cig, è molto colorata non ti da fastidio quel verde così forte?"
"Voglio questa perchè ha dentro due bambini. Così giochiamo" dice convinto. 
"Cig, non ce li mandano i bambini mi spiace"
"Vabbè, insomma, mi serve una camera più grande. Secondo me è meglio se cambiamo casa, dai"

Conversazione libera sulla praticità: avere bambini già inclusi nella cameretta; traslocare è meglio che ri-arredare e sulla necessità di non lavorare per passare più tempo al mare. 

Magari se continuo a imparare da lui diventerò grande anch'io, un giorno.


Nessun commento:

Posta un commento

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)