Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

venerdì 10 giugno 2016

Remigino - parte I

Mancano due ore.
Poi correrò all'asilo, per godermi il primo diploma di Cig.
Diploma di scuola materna, mica bruscolini, tsè.
Stanotte mi sono svegliata almeno 3 volte a pensarci.
Com'è che in un attimo che è sembrato secoli, era geologiche fulminee, siamo già arrivati qui?
Cresce.
E mi dico che insieme a lui cresco anch'io, che in fondo la mamma ha questo privilegio, non invecchia, cresce anche lei, in nuove evoluzioni, diversi equilibri, compromessi avventurosi e divertenti.
Ho il cuore che batte forte e quel groppo in gola che mi viene solo in eventi di sconvolgente, felice, emozione.
Altrimenti sono una dura io, di certo non ho la lacrima facile e neppure sto lì a fare la tenerona per un nonnulla, una capace di dire no all skifidol a oltranza e senza rimorsi di coscienza, per intenderci.
Ma oggi, adesso, sono liquida, sono vapore, sono tachicardia.

Di come è andata vi racconterò dopo, al ritorno, non appena riprendo conoscenza insomma.
Confido nell'emozione solida, intensa e paterna di GF, so che non mi lascerà distesa nel prato della materna.




PS. remigino s. m. (f. -a) [dal nome di s. Remigio, la cui festa, il 1° ottobre, coincideva un tempo con l’apertura delle scuole], non com. – Alunno di prima elementare, che va a scuola per la prima volta.

Nessun commento:

Posta un commento

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)