Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

lunedì 6 giugno 2016

A scuola prima dei 6 anni.

Appartengo alla categoria di mamme che sanno bene di non avere generato un genio, un futuro presidente degli Stati Uniti (beh vabbè solo per questioni geografiche) e che da subito ha incrociato le dita ripetendosi tutti i giorni "speriamo vada tutto bene". Dove Tutto e Bene sono un indistinto di onestà, impegno, divertimento, merende ben fatte, alfabeti da imparare, libri da leggere, ginocchia sbucciate, interrogazioni di storia, problemi di matematica e la fatina dei denti.
Con tutta la consapevolezza di cui sopra e ragionando a lungo con GF, tra me e me, con GF e Cig, Cig andrà a scuola a settembre, a 5 anni e mezzo.
Presto, lo so.
Le maestre mi hanno già crocefisso per questo, ma fa niente.
Mi dispiace invece tanto che abbiano crocefisso un po' anche Cig.
E' qualche giorno che Cig mi dice "Io voglio solo giocare" e lo dice come fosse una cosa brutta, da non fare.
Uhm.
"Beh Cig è giusto. Giocare piace a tutti i bambini, no?" ma lui resta pensieroso.
Stamattina l'ho accompagnato all'asilo e la maestra mi ha detto con aria severa e contrita, mentre Cig mi stringeva la mano forte,  che no, Cig non è da scuola primaria, lui vuole solo giocare.
Ecco,
Adesso mi è tutto chiaro.
E naturalmente non cambio decisione.
Farà fatica, è probabile.
Ci vorrà qualche mese di adattamento e le S chissà per quanto resteranno al contrario, capovolte insieme al 2.
Magari, però, riprenderà a giocare contento.
Non sarà facile, ma lui è curioso, vuole sapere dei numeri, vuole leggere le storie. Ma non è solo questo, che la curiosità magari non è sufficiente.
E' come se Cig adesso fosse una piantina che ha bisogno di un vaso più grande, per crescere davvero. Che a lasciarla nel vasetto stretto del vivaio magari continuerà a stare bene lo stesso, ma non ha spazio per nuove radici, nuovi rami e fiori.
Ho quella sensazione lì, che sia il momento per trapiantare e dare nuovo spazio.




2 commenti:

  1. Grazie, per la il wiki-remigino per un attimo ho immaginato il tuo prossimo post con tanto di selfie di Memo Remigi..li a presentare i "laureandi" :D

    un abbraccio grandissimo
    Lisa

    RispondiElimina

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)