Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

venerdì 9 ottobre 2015

La guerra dei micro giochi.

Avevo sempre considerato l'edicola come un luogo piacevole.
Qualche spicciolo, due chiacchiere, un arrivederci, il sorriso, il quotidiano o magazine preferito in mano.
Ricordi da antica lo so.
Adesso l'edicola è tutt'altro, la vedo con occhi diversi, ne sento la minaccia.
In edicola vendono minigiochi, in bustine colorate. Dalle bamboline agli zombie, passando per dinosauri e supereroi, qualunque desiderio bambinesco può essere soddisfatto.
A prezzi esorbitanti, perché la media di 2,99€ a bustina è pura follia, per un cosino di plastica minuscolo, mediamente brutto e destinato all'oblio nel giro di un'ora al massimo.
Solo che.
La pubblicità martella.
I bambini chiedono, nonni e genitori cedono e nel giro di un attimo è epidemia.
La prima cosa che L ha detto a Cig stamattina, entrando all'asilo, è stata io oggi compro due Zombie e tu?
E noi?
Io mi oppongo, ma non basta.
Ci vuole una strategia precisa, che non provochi capricci per esempio, o la richiesta incessante, tipo goccia cinese, dai andiamo all'edicola, dai.
Al momento ho due soluzioni:
Non passo davanti al giornalaio, allungando la strada per tornare a casa.
Ci passo solo quando so che è chiuso, simulando un che peccato.
Dico no, un no convinto, alle richieste di Cig e alle bustine, qualunque cosa contengano.
Quest'ultima soluzione è la meno efficace, Cig difficilmente se ne sta con un no, per quanto categorico e accampa progetti di grandi e utilissime collezioni da fare.
Il fatto è che non sono collezionabili, ste cose.
Perché ne escono troppe contemporaneamente, perché le uscite terminano in fretta per lasciare spazio a una nuova ondata di piccole cose perfettamente inutili.
I bambini piccoli, poi, quelli più attratti e coinvolti da questa faccenda non hanno neppure il senso dello scambio: capita quindi di avere 3 microspiderman e tenerseli tutti, con delusione e soprattutto rinnovata volontà a comprare altre bustine.
Un inferno.
Proposta ai produttori di micro mini giochi in busta: metteteli almeno in bustine trasparenti; scriveteci sopra cosa c'è dentro; dateci un attimo di respiro.
Avrete plotoni di bimbi più felici e genitori meno sul piede di guerra.
Lo so, è una proposta tanto ingenua.
Comunque.
Voi che fate per difendervi dall'edicola? :)

4 commenti:

  1. Mammamia, ci rendiamo conto come bersagliano i nostri figli per i loro lucrare? E' assolutamente inaccettabile, io ne ho orrore.

    RispondiElimina
  2. Orrore è la parola giusta, Francesca. Viene anche snaturato il gioco in sè, che è desiderio, fantasia, attesa. Lo shopping compulsivo inizia in culla, così. E' una gran tristezza. Oltre che una gran furbata.

    RispondiElimina
  3. Esperienza personale di una che ne è già uscita.
    1) Limitare la TV con pubblicità. Si comprano, noleggiano, ricevono in prestito, regalo eccetera DVD con serie intere di cartoni anni '80, film, documentari e quant'altro facendogli vivere una TV con meno pubblicità possibile.
    2) Le bustine NON le comprano i genitori. Quando sei con me, se vuoi la bustina, la compri con i tuoi soldini guadagnati facendo il letto, aiutando a mettere in ordine eccetera (10 centesimi per incarichi semplici, 20 per quelli più straordinari). Tra l'altro se si impegnano per guadagnare trascorrono meno tempo davanti alla tv.

    Mia figlia si è stufata presto dei 'bagigi' (anche di rifare il letto tutte le mattine), il maschio è stato più persistente ma finiti i soldi dei regali ricevuti ed essendo pigro alla fine ha fatto tesoro di quanto raccattato e anche se chiede ancora di andare in edicola (rimarrà un luogo mitico credo) spende oculatamente. C'è da dire che a 11 anni e mezzo il suo gioco preferito sono ancora quei gormiti acquistati tra i 3 e i 5 anni quindi in fondo non è poi stato un investimento malvagio! :)

    RispondiElimina
  4. Ottimi spunti Elena, grazie :) Cig è piccolo ancora per avere soldini suoi e soprattutto, ahimè, per convicerlo a rifarsi il letto. Comincerò con il fargli mettere in ordine i giochi, in cambio di qualche spicciolo però, sono certa che può funzionare. Nel senso che si stuferà immediatemente :D

    RispondiElimina

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)