Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

lunedì 5 gennaio 2015

E' arrivato il gatto Gigi :)

Gigi il gatto :) 
Alla fine ho trovato il gatto Gigi: ha 4 mesi, è rosso chiaro (rosso diluito per essere tecnici) ha gli occhi arancio e ti innamori a prima vista, rubacuori di un micetto.
E' proprio quello della favoletta che piace molto a Cig, una di quelle corte corte per la buonanotte, che racconta di un gatto dormiglione, del suo amico umano e dei suoi amici gatti che lo aspettano fuori dalla finestra.
E' iniziato tutto da lì, ormai un anno fa.
La storia del gatto Gigi andava raccontata ogni sera e da lì Cig ha cominciato a pensare che sì, gli sarebbe proprio piaciuto avere il suo gatto e che doveva assomigliare a Gigi: cucciolo, rosso, peloso e dormiglione.
Che lo cercavo da tempo lo sapete.
Che l'ho trovato il 2 gennaio e sono andata subito a prenderlo ve lo dico adesso.
Da 3 giorni il gatto Gigi vive appeso alle braccia di Cig e sommerso dai suoi baci.
Cig sostiene con autorevolezza che i gatti adorano (usa proprio questo verbo) i baci e chi siamo noi per dirgli il contrario.
Ecco.
Tutto bene.
Quasi.
Un cucciolo in casa ha bisogno di essere educato, come i bambini.
Gigi, per esempio,  non ha ancora le idee chiare sull'uso della lettiera e va un po' a sentimento, il che significa che io vado molto di mocho vileda e candeggina. Mi sto facendo una cultura invidiabile su sabbie e vaschette e devo dire che ho appena bruciato antiche convinzioni, errate. Adesso so che la sabbia super sottile è più gradita al micio, che il gatto preferisce avere due lettiere, che devono essere defilate, lontane dalle ciotole del cibo e lontane da sguardi indiscreti. Il che vuol dire che dovremo affittare un monolocale solo per il gatto, perchè in casa nostra tutta questa privacy non è possibile. O che invidieremo i suoi spazi.
Il micio non sa che le unghie non si fanno sul divano o il tappeto, ma imparerà (uh se imparerà). Così come imparerà che ogni sera gli tocca il giro di spazzola, perchè caro il mio bel persianino poi mi diventi tutto un nodo e non va bene.
GF è allergico. Non in modo violento, ma insomma il prurito agli occhi di sicuro non è piacevole.
La convivenza non è impossibile, ma di certo alcune regole vanno rispettate: aspirapolvere, spazzole, pulizia, cambiare spesso l'aria in casa e tenere una distanza di sicurezza tra i due.
Il fatto che Gigi sia un gatto a pelo lungo incide poco: l'allergia è provocata da due proteine presenti nella saliva del gatto, la FelD1 e FelD4. Il gatto si lecca, la saliva si secca e diventa la polvere invisibile che genera allergia (e che è molto volatile e va in giro per casa che è un piacere, sigh).
Ci sono diversi rimedi omeopatici, che proveremo.
Quello che va per la maggiore è L'histaminum 9CH, granuli che vanno bene anche per i bambini. Che mica lo sappiamo ancora se Cig è allergico o no.
Poi pare ci sia una lozione per il micio che neutralizza gli allergeni: si chiama Allerpet, ma sto trovando opinioni discordanti sulla sua utilità. Ne sapete qualcosa?
Poi c'è Cig che è già bravissimo, considerata l'età, ma che dovrà dosare i suoi slanci d'affetto, o per lo meno gli abbracci dondolanti a cui sottopone il micio.
In mezzo ci sono io che vorrei mantenere un certo aplomb, ma sono già pazza del micio, matta di tenerezza per il micio e Cig insieme, parecchio preoccupata per gli occhi di GF.

Voi avete cani o gatti? Com'è la vostra convivenza?



3 commenti:

  1. Purtroppo sì, ho esperienze. Purtroppo, dico, perché ahinoi, qui è impossibile, per il mio ex bambino ( ora ventenne ) da sempre allergico ( violentemente, allergico) al pelo di animale (non solo del gatto... ): da ex gattofila mi spiace molto della cosa, e spero i tuoi coinquilini siano meno allergici del mio... e più sensibili ai farmaci omeopatici e non.

    RispondiElimina
  2. Quando è arrivato Giovanni il nostro micio aveva 9 anni. Ora ne ha 10, e quest'anno la convivenza è stata molto difficile. Il mio gatto è un siamese, e non brilla per socievolezza e carattere aperto. La convivenza va avanti, con molti slanci affettuosi di Giovanni e purtroppo qualche graffiata del gatto, che ora prende anche gli ansiolitici.

    RispondiElimina
  3. Il siamese ha un carattere particolarissimoe di solito vuole il suo padrone in esclusiva. E' il primo gatto che ho "conosciuto": quando sono nata i miei nonni ne avevano uno, che ha cercato di eliminarmi in culla e non è mai stato possibile andarci d'accordo ;) I persiani sono più quieti, adattabili, magari con meno verve rispetto ad altri mici. Al momento tra Gigi e Cig è idillio, vederemo man mano che crescono.

    RispondiElimina

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)