Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

mercoledì 10 dicembre 2014

Seminare ricordi belli.

Credo diventerà tradizione: il viaggio annuale padre-figlio a trovare la nonna.
Un viaggio che viene deciso senza largo anticipo o grande pianificazione e che si traduce in preparazione di piccoli bagagli, un sacco di risate, la scelta meticolosa dei giochi da portare, una maglia pesante che magari fa freddo e una a maniche corte che se fa bello si va al mare.
Poi partono. Questa volta in treno, che sai Cig che dentro c'è un letto tutto per te, e li ho portati in stazione, non c'era parcheggio e li ho salutati così appena fuori dall'auto.
"Ciao mamma noi andiamo dalla nonna" un sacco di baci
"Fai il bravo e ubbidisci a papà" mentre tiro su minuscoli baveri e strapazzo guanciotte di baci
"Sì sì"
E poi si avviano e Cig continua a girarsi e mandarmi baci e fare ciao ciao con la manina.
5 giorni 5 da sola.
E' bello. Lo dico infischiandome di sembrare madre snaturata.
E' bello perchè so che stanno benissimo loro due insieme, che si stanno costruendo ricordi belli, che tra qualche anno tireranno fuori in frasi tipo "Quando avevi 3 anni abbiamo dormito in treno, avevi uno zainetto di spiederman con i tuoi robot preferiti e il coniglietto della nanna" a cui magari risponderà con un "ma figurati se a 3 anni avevo ancora il coniglietto della nanna" e cose così e saranno cose tutte loro.
E' bello perchè abbiamo telefonate di baci e maaammaaaa, come se non mi sentisse da settimane.
E' bello perchè 5 giorni da sola a me ritemprano.
Silenzio.
Ordine.
Orari miei.
Nessuna corsa.
Come in un tempo remoto, che non ricordo più.
Così succede che: lavoro molto, mangio come e quando capita (ma sempre (s)vegan), leggo fino a ore improbabili, mi ricordo perfino dove avevo messo quella cosa che cercavo da mesi. Ritorno in me, mi ricompongo. Non che di solito sia folle ed eccentrica eh, ma ci siamo capiti.
Non ho malinconie, non sto in pensiero (a parte il viaggio in treno, ma è un fatto personale tra me e il treno), sono felice di saperli bene insieme, non ho neppure gelosie mammesche.
Dai, sarò mica l'unica, vero?

1 commento:

  1. E' molto bello leggere di questo tuo stato sereno con la partenza di Cig e compagno. Penso a me e non so se riuscirei ad essere così serena, ma vorrei eh :-)

    RispondiElimina

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)