Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

lunedì 10 novembre 2014

#Bollicino vs Varicella.

I nostri coinquilini Avengers, manca solo Bollicino.
E alla fine varicella fu.
L'epidemia serpeggia tra le aule della scuola materna, non era ragionevole pensare di passare indenni.
Il pediatra ha detto che è meglio così, sono tutti anticorpi.
Cig è tranquillo, paziente, senza febbre e quindi abbastanza vispo per giocare come di solito.
E' anche bravo, si gratta poco e quando proprio non ce la fa più viene a chiedere di mettere la crema che fa passare tutto.
Certo, è stato un fine settimana lungo per tutti.
Senza uscire.
Vuol dire inventare giochi indoor a rotazione, in modo che la noia non abbia il sopravvento e con la noia l'insofferenza.
Abbiamo scoperto il lego e ormai abbiamo una cittadina con diversi abitanti, qualche astronave e un boschetto di canne di bambù.
Poi ci sono stati dei gran film, i documentari su animali terrificanti e molti disegni.
Papà ha  riparato una macchina telecomandata che adesso sfreccia di nuovo velocissima, mettendo a repentaglio l'incolumità delle porte, ma la faccia felice di Cig era da vedere.
Infine, fortunatamente, noi dividiamo casa con tutta la squadra degli Avengers, che a loro volta ospitano diversi robot dai superpoteri, quindi è un attimo che si scatenino battaglie epiche alla conquista del tappeto, piuttosto che una transmigrazione di massa sul pianeta tavolo.
Tutti, in ogni caso, sono impegnati a sconfiggere Varicella.
E se ancora non lo sapete è arrivato un nuovo Avenger: Bollincino.

Bollincino è un supereroe, un bambino coraggioso, con il superpotere di far sparire le bolle o di lanciarle contro i nemici. La sua nemica giurata è Varicella, antipatica strega che vuole per sè tutte le bollicine dell'universo. Fortunatamente Bollicino può contare sugli altri supereroi e a breve Varicella verrà sconfitta e non tornerà mai più. 

La favola cambia di sera in sera, a seconda delle richieste di Cig.
In realtà in tutte le storie lui vuole almeno un drago sputafuoco, un ironman dal colore variabile (a volte è nero, altre d'oro e via così) e in qualche modo deve esserci anche il passaggio di Hulk. O dell'uomoragno.
Le trame diventano complicatissime, anche perchè a metà storia interviene lui che vuole aggiungere un elemento pescato a caso tra i pensieri del momento.
Può quindi capitare che Bollincino debba salvare Hulk che ha mal di piancia per aver mangiato troppe caramelle e deve farlo nonostante Varicella invii il più grande prurito di tutti i tempi.
Capite la difficoltà narrativa del tutto?

Quindi ho bisogno del vostro aiuto: scrivete nei commenti a questo post una fiaba breve breve con protagonista Bollicino vs Varicella? Le raccolgo tutte e ne facciamo un kit di pronto intervento fiabe per bimbi con malattie a bolle (mica solo varicella) :)
Se poi sapete disegnare e volete dare una forma a Bollincino, eterna gratitudine nonchè stima.

:) :)



1 commento:

  1. La favola di ieri sera gli è piaciuta molto:

    C'era un volta Bollicino, bambino super eroe con le sue bolle magiche e c'era Strega Varicella, che voleva per sè tutte le bolle dell'universo e soprattutto quelle di Bollicino, così potenti.
    La Strega invita Bollicino a casa sua
    "Voglio regalarti un po' di bolle - dice - così sarai ancora più super"
    "Ma strega - dice Bollicino - tu non sei buona, mi stai dicendo una bugia"
    "No Bollicino, amo tanto le mie Bolle e so che con te staranno meglio"
    Bollicino va, non è convinto, ma accetta l'invito a merenda di Strega Varicella. LA strega ha preparato una buonissima torta e il tea. Tutto sembra andare per il meglio. Che la strega sia diventata davvero buona? A fine merenda Strega Varicella regala a Bollicino un sacchetto di Bolle.
    "Ecco le bolle per te, vedrai, sarai ancora più super così. Ricordati di attaccarle bene, un po' in faccia, un po' sulla panciotta, sulla schiena e anche sui piedini. E' importante"
    "Ok" dice Bollicino e se ne va con il suo sacchetto di bolle. A casa comincia ad attaccarle, come gli aveva detto la strega. Ma a ogni bolla che attacca si sente più debole, più stanco, come se fosse proprio l'ora di andare a dormire. Così debole Bollicino si addormenta subito. Mentre dorme arriva Strega Varicella, per prendere tuuutte le bolle, quelle appena regalate e quelle tanto desiderate di Bollicino. Piano piano, con una pinzetta, comincia a togliere le bolle e a metterle nel sacchetto "ahahahah - ride la strega - ti rubo tutte le bolle, sarò io la più forte" Ma strega Varicella non si accorge che sta raccogliendo per prime le bolle che aveva appena regalato a Bollicino, quelle che l'hanno reso debole. Man mano che toglie quelle bolle, Bollicino si sente meglio, sempre meglio, più forte, si sveglia, ha di nuovo i suoi superpoteri, vede la strega e decide di farle uno scherzo. Facendo finta di dormire trasforma una delle sue bolle magiche in una bolla esplosiva. Appena la Strega la mette nel suo sacchetto si sente un gran botto, così forte che strega varicella prima finisce a gambe all'aria, poi scappa piena di paura.
    "Ahhaah Strega, non puoi sconfiggere Bollicino" le grida guardandola scappare impaurita.
    Poi scava un gran buco in giardino, sotterra le bolle che rendono deboli, si fa un bel bagnetto e finalmente sì che è ora di fare la nanna, di chiudere gli occhi e fare solo sogni belli. Buonanotte :*

    RispondiElimina

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)