Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

giovedì 6 marzo 2014

Mamme che non sorridono.

Lo sciopero dei mezzi a Milano di solito genera giornate strambe.
Così ieri.
Non ho potuto accompagnare Cigolino all'asilo nel suo costume da uomo ragno e ho dovuto mollare il pomeriggio a metà per tornare a casa, permettere a Ofelia di non restare a piedi e recuperare una bimba di mia sorella, quella piccola, bionda e scatenata.
Così e io Cigolino ci siamo incontrati al parco, campo di atletica, che la cuginetta era lì per il suo corso.
Il mio pensiero poco mammesco era: adesso cosa faccio un'ora al campo di atletica con Cig che non vorrà starci?
La verità è che dovrei avere più spesso pomeriggi così, di quelli che ti siedi vicino ad altre mamme e ascolti i loro discorsi, di straforo che io non conosco nessuno.
Così mentre Cigolino mi riempiva di coccole, baci e domande su cosa ci fosse nella mia borsa, mentre guardavamo la cugina correre, origliavo.
Quattro mamme. Nervose. Competitive.
"Guarda là, la mia bambina, non corre abbastanza. Che pigra"
"uuh non dirmelo, la mia odia venire ad atletica, ma glielo impongo"
"Io odio stare qui, non vedo l'ora si arrangi da solo"
"Avrà freddo a quest'ora, si prenderà un raffreddore. Stai a vedere che adesso mi sta a casa una settimana"
Hanno poi chiacchierato a lungo su come passare le mattinate e dai che ci vediamo più spesso per fare due passi adesso che le giornate sono belle. Per un attimo ho invidiato quel tempo lungo per sè, quei programmi da passeggio, caffè e quattro chiacchiere. E' stato solo un attimo, veramente.
In un'ora non una sola parola di apprezzamento per i bambini che poco più in là seguivano le istruzioni dell'allenatore. Bambini piccoli, massimo 6 anni.
Mi è venuta un po' di tristezza.
Con Cigolino intanto camminavamo in equilibrio sul filo del marciapiede e abbiamo fatto corse fino ad arrivare alla sabbia del salto in lungo, poco più in là.
Cig mi ha anche insegnato a saltare ieri: mi diceva ferma, faceva lui un salto e poi mi diceva adesso tu mamma, così. Ho riso tanto.
Le quattro mamme non hanno sorriso mai, neppure quando i bimbi hanno finito la lezione ed era ora di tornare a casa. Neanche i bambini hanno sorriso con loro, ridevano solo con i compagni di corso.
Ce ne siamo tornati a casa noi tre: Cig, la cuginetta e io.
A lei ho chiesto come mai a un certo punto si fosse seduta in mezzo al prato, mentre gli altri correvano.
"Giocavano a ce l'hai zia, un gioco davvero noioso. A me non piace, quindi non gioco".
Ho desiderato tanto che questa cosa di non giocare ai giochi che non piacciono le resti per tutta la vita.

Voi che mamme avete intorno?




2 commenti:

  1. Ciao Wisi, io le mamme, soprannominate "le protagoniste", le evito perchè mi trasmettono tristezza e noia, sempre lì a giudicare il lavoro di questo o quell'altro figlio, con i quaderni aperti x verificare, in maniera competitiva (e svilente per i figli che solo li ad ascoltare) chi avesse fatto più progressi e per il resto del tempo ad organizzare qualche cosa per tenerli occupati lasciando libere loro...ecco, no! io il mio tempo libero lo passo giocando insieme a lei ed alle sue amichette, ridedendo a crepapelle con le altre mamme per le mie e loro vicissitudini e sperando sempre che non cresca troppo in fretta!. Cerco di sorridere sempre anche perchè, quando mi capita di non farlo, Giorgia subito mi chiede "Mamma, perchè hai quella faccia?".
    Più che tristi mi sembrano perennemente insoddisfatte ed io, sforzandomi, cerco ogni giorno di ringraziare per quello che ho.

    ciao, Claudia

    RispondiElimina
  2. Claudia, hai ragionissima. Di questo week end conservo l'immagine di noi tre che giochiamo a ce l'hai al parco o seduti intorno al tavolo a disegnare :) Il tempo da passare insieme è poco, sai che spreco sarebbe sprecarlo in giudizi e competizioni ;)

    RispondiElimina

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)