Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

giovedì 12 settembre 2013

Universo parallelo.

Ho fatto un giretto nei blog mammeschi. Cioè, non oggi. Lo faccio spesso.
Non per carpire i segreti altrui, neppure per lasciare in giro tracce di questo blog (e forse dovrei, visto che resta un club per pochissimi intimi), ma per capire se io (non il blog) sono in linea o meno con il MammaMondo. Quasi sempre ne esco sconfitta. Probabilmente sono una mamma sui generis e chissà Cigolino come verrà sù, senza neppure una torta fatta in casa, un bavaglino ricamato da me e neanche un fantabosco costruito, da mamma, nella sua cameretta.
Niente.
Tra l'altro la mamma attempata latita abbastanza e comincio a credere che, in percentuale, le over 40 siano decisamente meno presenti sul web.
Insomma, la primipara tardona è un po' un'outsider, io poi sono proprio fuori corso.
Fra l'altro sono piuttosto abitudinaria, per cui va a finire che vado a trovare sempre le solite, bravissime, "amiche".
Guardo sempre con molta ammirazione i blog professionali: le mamme che della loro mammità hanno fatto mestiere. Hanno idee brillanti, sanno raccontare, sanno coinvolgere.
Se Mammafelice resta tra i miei archetipi innarrivabili (io sono negata per ogni cosa che comprenda la manualità), nonsolomamma è una lettura che bisognerebbe fare a prescindere dall'essere mamma e così pure machedavvero?, l'universo web ha intere costellazioni di mamme che condividono, inventano, chiedono, si informano, fanno, si organizzano.
Fate un giro anche su Ufo's mom, che è delizioso.
FattoreMamma è un altro esempio di come l'essere mamme ha un'importanza economica, sociale e che le mamme hanno voce specifica in diversi capitoli.
Mi piace la positività che in generale emanano, mi piacciono le iniziative e tutto il lavoro evidente che portare avanti attività di questo genere comporta. Donne in gamba, mamme attente, intelligenti.
Donne che mi piacerebbe conoscere :)
Ho però anche scoperto un universo parallelo di mamme fanatiche e questo mi ha fatto davvero paura.
In questo caso non metterò i link, perchè a mio avviso destabilizzano anzichè dare veri spunti e idee.
Mamme che dichiarano di non desiderare altro che accudire pargoli, di vedere nel proprio marito la perfezione, che chiedono che non si sperimenti più sugli animali, ma sui pedofili. Lanciano sui social frasi banali, apparentemente languide e amorevoli, ma in realtà grette.
Mi chiedo cosa possa spostare così tanto l'equilibrio in una donna.
Dapprima ho pensato a una corrente cattolica integralista, soprattutto perchè, in genere, si parla di MARITO e FIGLI, mai di compagni, famiglie allargate, figliastri . Non trovando riscontri o rimandi ti tipo religioso, sono più propensa a immaginare a una corrente di fanatismo mammesco.
Donne che nel diventare madri si dimenticano di sè; donne che fondano il proprio mondo sull'altrui presenza (marito, figli) e di questo vanno pienamente fiere. 
A me vengono i brividi.
Penso ai bambini e mi sento a disagio.
Ossessione, è questo che si respira. E l'aria è pesante.
Sto scadendo nel gossip, giusto?
Ecco, no, non era questo che avevo in mente.

Che blog leggete di solito e cosa ancora NON trovate in giro per la Rete?

Di mamma si parla troppo o mai abbastanza?

Vi segnalo un altro blog, che non parla di mamme, ma di matrigne: il blog delle matrigne
Non me ne vogliano le mamme fanatiche di se stesse, ma anche una buona matrigna ha la sua bella importanza :) 



3 commenti:

  1. Che dire? Trovarsi citata così di brutto fa proprio piacere! Ti ringrazio tanto e sono lusingata che tu mi legga. Io la tua gravidanza me la ero seguita tutta, poi come spesso succede mi sono persa tra tanti blog e siti, ma prometto di leggerti più spesso. Se non lo conosci già ti consiglio bellezzarara.it. Si parla di maternità e non solo. Sono soprattutto pensieri, parole ben scritte che spesso fanno bene al cuore. Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Sarà che cerco di limitare il più possibile il tempo che passo in compagnia del web (e forse è già troppo così), ma io i blog "fanatici" non li vedo proprio. Dopo una volta x sbaglio completamente cancellati, perchè mi fanno venire la gastrite o il diabete, a seconda dei casi. Quello che, invece, mi ha meravigliato parecchio é che qualcuno, con pagina facebook annessa, ha un numero impressionante di "like". Mah.

    RispondiElimina
  3. E' soprattutto su FB che girano paginette agghiaccianti e, volendo, è peggio perchè si ha molta visibilità. A me fanno venire il nervoso, cara Carlotta, ma proprio :)
    Grazie Marta per la segnalazione, appena ho un momento vado a leggere bellezzarara.
    Abbracci

    RispondiElimina

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)