Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

venerdì 1 marzo 2013

Virtual&Real: un'idea interessante.

A supporto del nostro programma Virtual&Real, vi propongo un'idea in più: fare qualcosa di nuovo per 30 giorni.
Ne ho già parlato nell'altro blog, realityshow, quello in cui dismetto i panni da mamma. Considerato però che l'idea mi piace molto ed è spendibilissima anche in ambito alimentar-sportivo, la ripropongo anche qui.

Provare qualcosa di nuovo per 30 giorni: pare proprio che 30 giorni siano abbastanza per introdurre una nuova abitudine o disfarsi di una vecchia; per fare una cosa che desideriamo davvero molto e sperimentare cose che abbiamo messo un po’ da parte.
Insomma, pensare a ciò che avremmo sempre voluto aggiungere alla nostra vita e provarla per 30 giorni.
Per scoprire che i piccoli passi sostenibili danno molte più soddisfazioni degli obbiettivi grandi e folli, che sono adrenalinici eh, ma che difficilmente riusciremmo a mantenere nel tempo. I piccoli cambiamenti, che poi rivoluzionano l’esistenza; alzando di mese in mese l’asticella delle cose da provare e di quelle da abbandonare, per arrivare sempre più lontano e realizzare sempre di più. 

Dosi omeopatiche e potenti di autostima.
Un mese.
Che tanto passerebbe comunque questo mese, quindi perchè non pensare a qualcosa che abbiamo sempre voluto e la proviamo per 30 giorni?
L’idea mi piace tantissimo e ci proverò, anzi ci sto già provando. A scrollarmi di dosso la routine, a cambiare strada o semplicemente percorrerla dall'altro lato del marciapiede; a eliminare, nel cibo per esempio, le cose che lo so che bene non mi fanno e che riempiono solo vuoti immaginari.

Pian piano adotterò questa teoria, che è di Matt Cutts pezzo grosso di Google, anche in altri ambiti.
Perchè, a pensarci, è la voglia di cambiare che ci tiene vispi e il riuscirci ci rende felici.

PS. Signore sportive, mi raccomando i vostri racconti!

Nessun commento:

Posta un commento

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)