Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

giovedì 28 marzo 2013

Ora legale, bambini e profumi.

Ci siamo.
All'ora legale, dico.
Nella notte tra sabato 30 marzo e domenica, bisognerà portare le lancette dell'orologio avanti di un'ora.
Come dire che dormiremo un'ora in meno.
Cigolino ha anticipato i tempi ed è da inizio settimana che si sveglia alle 6.30, cinguettante come un uccellino sul ramo. La sera poi sta faticando ad addormentarsi la tira in lungo, non ha sonno.
I bambini sanno cose che noi no.
Sono comunque i bambini i più esposti al Jet lag da ora legale: secondo i pediatri ci vorrà circa una settimana perchè il corpo riprenda il giusto ritmo di sonno e veglia.
In questa settimana il trucco è cercare di farli stancare durante il pomeriggio, in modo che arrivino più ben disposti alla nanna notturna.
Non sarà facile mantenere, per questi primi giorni, il solito orario di messa a nanna: il consiglio è di metterli a letto un po' più tardi la prima sera (anche un'ora più tardi, che poi corrisponderebbe all'orario avuto fin qui) e nelle 3 sere successive scalare di 20 minuti, per tornare alla solita ora.
In questo modo si dovrebbe evitare lo scombussolamento da ora legale.
Nel caso invece che il sonno risulti proprio disturbato dal cambio dell'ora e dalla nuova stagione, se la questione andasse per le lunghe con relativo disagio di tutta la famiglia, si può usare la melatonina, che si trova in farmacia in gocce pediatriche e può essere usata (leggevo) anche per i neonati.
Tra le tante virtù di questo ormone (presente in tutti gli esseri viventi) c'è proprio quella di regolare il ciclo veglia-sonno.Naturalmente meglio sentire prima il pediatra.
Tra i piccoli accorgimenti anti-insonnia, si può puntare anche sull'alimentazione: la sera optare per una cena leggera, ma che sia anche confort food, una coccola.
Anche gli olii essenziali aiutano il sonno.
Per i bambini i più adatti sono quello di mandarino (7-8 gocce nell'umidificatore o diffusore di essenze); oppure quello di melissa, che può essere frizionato sul petto diluito in olio di mandorle, o diffuso.
Per mamma e papà invece gli olii da bruciare per favorire un buon sonno sono:
di legno di rosa, poche gocce sul cuscino donano calma;
gelsomino, vero ansiolitico naturale, utile per chi ha sbalzi d'umore o è stressato;
camomilla per gli animi turbolenti e con pensieri negativi;
maggiorana, per chi è suscettibile;
bergamotto che libera dagli stati di tensione e dalle paure che teniamo dentro;
Lavanda, pare che rassereni moltissimo
Mandarino, 2 gocce sul cuscino.

Dai, magari non dormiremo comunque, ma la casa sarà profumatissima.

Nessun commento:

Posta un commento

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)