Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

venerdì 4 gennaio 2013

I tre amici.

Befanine mie, pronte a festeggiare?
Cigolino sta aspettando con una certa trepidazione che i re magi arrivino alla fine del presepe: sono partiti da lontano, dal lato opposto del mobiletto su cui abbiamo messo le statuine. Sul loro tragitto ho sparpagliato paglia (il deserto), alcuni soprammobili (le difficoltà) e spesso si sono trovati davanti agli imprevisti: il telecomando, un paio d'occhiali, le chiavi ... Ma ci siamo quasi, stanno arrivando.
A Cigolino la storia l'ho raccontata così:
tre amici, si fanno chiamare re magi, stanno andando a trovare un bimbo appena nato, proprio piccolo. Cammina e cammina, dovranno superare il deserto, le città, insidie e telecomandi appoggiati per sbaglio qui.
Finchè un giorno, il 6 gennaio, arriveranno da gesù bambino, che è proprio piccolo piccolo, un po' piange e un po' dorme. Ci sono anche la sua mamma, Maria, e papà Giuseppe, un bue e un asino. Poi c'è Giorgio, il pastore con la sua pecora. E tutti aspettano i Magi, quei tre amici, per fare festa.
(A questo punto battiamo le mani).
Non chiedetemelo, non me lo spiego, ma a Cigolino questa storia piace un bel po'. Mi chiede di venire in braccio, fa segno di andare verso il mobile e mima il movimento dei Magi e ... mi ascolta!
Finisce poi che vuole aprire il mobile, per controllare se, per caso, ci sono dei cioccolatini, per cui sono convinta che lui si sia fatto l'idea che i lindor siano parte integrante della natività e che la festa con i Re magi sia a base di cioccolato al latte.
Tant'è. Ha funzionato. La storia del presepe l'ha davvero divertito.
Raccontargli della befana è più difficile, aspetterò un paio di epifanie prima di appendere calze in giro.
Per quest'anno ci accontentiamo dei tre amici che arrivano, della festa di cioccolato e di un pacchetto di Natale ancora da aprire.
Buon fine settimana!

2 commenti:

  1. anche a voi! Bellissima la storia e il coinvolgimento che trasmetti nel raccontarla.

    RispondiElimina
  2. Quanto amore nella tua fantasia!!! Cattura anche me il tuo racconto! Complimenti! Alice

    RispondiElimina

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)