Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

martedì 10 aprile 2012

Con l'aria di montagna ...

... Il pupo ci guadagna.
Non ho mai visto Cigolino mangiare con tanto appetito e dormire con tanto abbandono e convinzione come nella giornata passata in montagna.
Sarà stata l'aria fina, il vento fresco, i mille colori, i fiori ovunque, il cielo sgombro, le montagne stagliate, sarà stata Pasqua, la festa oppure le lasagne. Non so dire.
La montagna fa bene ai bambini, li rilassa, sviluppa il senso di avventura e osservazione. Per la prima volta abbiamo incontrato un torrente, un ponte di legno, fiori nuovi, il profumo del legno e del prato.
La montagna non ha controindicazioni per i bambini, neppure per i più piccoli. le cose importanti da ricordare sono:
proteggerli dal sole - la loro pelle è davvero delicata;
dal freddo - ricordiamoci che i bambini disperdono calore più velocemente;
farli bere spesso - aiuta anche a compensare;
rispettare i loro ritmi, che possono risultare diversi da quelli abituali.
Nessuna sorpresa, dunque, se volessero dormire di più, mangiare di più e anche stare più a spasso, piccoli esploratori da passeggino.
I cinque sensi vengono stimolati in modo naturale, lontano dalla cattività cittadina e dai rumori urbani.
Cuore di mamma è stato felicissimo di vedere Cigolino così rilassato e contento, curioso e affamato.
Esperienza da ripetere, con buona pace del fatto che noi preferiamo di gran lunga il mare.