Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

mercoledì 20 aprile 2011

Fascia porta bebè.

Mi ha sempre incuriosito e ho voluto prenderla.
La fascia porta bebè è quel lungo scialle in jersey di cotone, che permette di portare il bebè in varie posizioni e avere - UDITE! UDITE! - le mani libere.
Non so perchè, ma un po' mi intimorisce: sarà per il libretto di istruzioni che neppure il microonde; sarà che sono così radicalmente metropolitana che queste cose troppo da "saggezza antica" mi creano pregiudizi; sarà che sono mentalmente pigra e l'immediatezza del passeggino è quasi rassicurante.
Tant'è, stamattina ho dato un taglio alle esitazioni e ho avvolto Cigolino tutto intorno a me.
Meraviglia e incanto.
In un attimo ha trovato la sua posizione ideale, posando il capo sul mio cuore, rannicchiato sulla mia pancia proprio come quando lo prendo in braccio. Eravamo nella posizione Canguro, che è con il bebè verticale,  si crea un marsupio con la fascia e con vari incroci (è più facile a farsi che a dirsi) ci si lega l'un l'altro. Il peso del bebè viene ben distribuito e la schiena, magicamente, non fa più male.
Sono riuscita a muovermi liberamente, fare un po' di cose, il tutto con un Cigolino pacifico e beato.
Io un po' meno rilassata.
Il timore che si sleghi tutto e di trovarmi il bebè lungo e disteso sul pavimento non è una bella sensazione; come non lo è quella che non respiri bene là dentro o di fargli male con qualche mio movimento.
Paranoie da mamma tarlucca.
In realtà è una vera figata. Costicchia (tra i 60 e i 70 euro), ma è così piacevole!
Voglio prenderci la mano e provare la fascia anche fuori casa, credo sia l'ideale per le nostre passeggiate quotidiane. Potrei addirittura riprendere a fare walking, che spingendo il passeggino non viene bene.