Pagine

Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Così sono diventata mamma dopo i 40, tanto per fare sempre di testa mia. Come sta andando lo racconto in questo blog :)

sabato 23 aprile 2011

Capo-parto

Dovevo capirlo subito.
Indizio n.1: sindrome della piccola fiammiferaia, ovvero nessuno mi vuole bene, mi sento sola e abbandonata e posso solo vendere dei piccoli fiammiferi che altro non mi tocca.
Indizio n.2: mal di testa martellante.
Indizio n.3: panza gonfia.
Indizio n.4: totale assenza di concentrazione, come sentirsi perennemente altrove.
E vualà, tutte insieme sono tornate le gioie del ciclo. A un mese di distanza dal parto.
Non credo capiti spesso, non per tirarmela eh, soprattutto mentre si sta allattando.
Mi sono preoccupata, pensavo non fosse normale un ritorno così precoce e temevo potesse interferire con l'allattamento. Ho chiamato il mio ginecologo che mi ha subito rassicurata: ciclo mestruale e allattamento vanno ognuno per conto suo, per cui non ci sono interferenze e sì, può capitare che il capoparto (che è appunto il primo ciclo dopo il parto) si presenti così presto. Va che fortuna!
Così però mi spiego anche gli ultimi due giorni di Cigolino, in cui ha mangiato più spesso, ma per meno tempo e ha pianto di più.
In coincidenza con la ripresa del flusso, leggo su diversi siti, si verifica una momentanea riduzione della produzione di latte (ecco perchè ha fame entro le 3 ore al massimo!). 
Durante questi giorni, a causa della presenza nel latte materno di ormoni femminili, può capitare che, talvolta, il bebè si alimenti meno volentieri e possono determinarsi, in modo occasionale e transitorio, disturbi digestivi, evacuazioni più frequenti e meno consistenti, irritabilità e lievi eruzioni cutanee, tutti motivi non sufficienti, tuttavia, per abbandonare l'allattamento materno.
Ne ho parlato anche con mia mamma, che mi raccontava che a lei dicevano che con il ritorno delle mestruazioni il latte diventava impuro, cattivo, e non si poteva più allattare.
E' un falso convincimento. E' possibile invece che, a causa di un'aumentata concentrazione di sodio, cloro e altri costituenti del sangue, il latte materno assuma un sapore lievemente più salato.
Vabbè dai, non è un dramma. 
Io temevo fosse già la menopausa.

Nessun commento:

Posta un commento

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)