Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

mercoledì 30 marzo 2011

Primissimo tagliando

Stamattina siamo tornati in ospedale, per togliere i punti a me e fare la visita neonatale a Leo.
Leo sta andando alla grande, in 2 giorni ha messo sù peso, ha stabilizzato la glicemia  possiamo già eliminare uno degli otto pasti. Quello a metà della notte, che bella notizia!!
In realtà se l'era già eliminato da solo, stanotte, di libero arbitrio, lasciando me a rigirarmi nel dubbio: avrà mangiato abbastanza o è in torpore da ipoglicemia?
Stanotte abbiamo anche debellato un singhiozzo fortissimo, sembrava che avesse ingoiato un fischietto.
Stamattina abbiamo cambiato un pannolino aromatizzato mozzarella sul punto di andare a male.
E' tutto così, cerchi di orientarti per somiglianze.

In ospedale ho incontrato un paio di mamme che avevo incrociato in reparto, già piene di ansia e "mio amorino bello tututu".
A me non viene proprio.
L'uso indiscriminato del vezzeggiativo.
Non mi viene.
Parlo un sacco con Leo, ma gli parlo normale, sorridendo, non mi viene il  "gne gne".
Comunque. Ci hanno fatto un sacco di complimenti, che immagino sia il protocollo standard di incoraggiamento ai nuovi genitori.
E' bellissimo sentirsi dire che va tutto bene, in effetti, aiuta.
Leo ha anche il suo codice fiscale. GF si è scapicollato stamattina all'agenzia delle entrate e via, è già codificato.
GF è bravissimo.
Sembriamo la famiglia barbapapà.