Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

lunedì 7 febbraio 2011

La gravidanza allena

Una cosa credo di aver capito nel corso di questi 7 mesi di gravidanza: ogni cosa lascia un segno.
Si diventa non solo ipersensibili, ma si tende a ragionare molto di più, a considerare più a fondo i pro e i contro di una situazione. Immagino sia un allenamento alla responsabilità maggiore che apparirà in tutta la sua grandezza al momento della nascita, anzi quando lascerai l'ospedale e ti troverai a casa. Tu, lui e fiammiferino, i pannolini, il bagnetto, le poppate, i pianti incomprensibili ecc.ecc. La gravidanza ti allena, magari non ci fai neppure caso, ma è una lunga preparazione al cambiamento.
C'è chi si concentra e si cruccia sui cambiamenti del corpo; chi si lascia andare all'immaginazione così tanto da definire già il corso di laurea che il nascituro farà; chi viene piegata da nausee e malesseri tali da essere costretta a ragionare giorno per giorno; chi rifiuta la gravidanza e solo a piccoli passi si trasforma in mamma; chi vive i 9 mesi come una malattia, chi come uno stato di grazia; chi ne approfitta per per mettersi a riposo da subito, chi è costretta a farlo o, al contrario, è costretta a non farlo; chi si sente iperattiva... In ogni caso si cambia ed è un cambiamento irreversibile.
A pensarci, a freddo, è una cosa che fa paura. Come cominciano a far paura cose a cui "prima" non facevi caso.
Per esempio: soffro di alopecia areata universale da anni, per cui sono completamente calva. Non lo vivo come un problema, anche perchè l'alopecia non ha soluzione al momento (se non la parrucca), per cui c'è poco da farne un dramma. E' così. Eppure anch'io che sono molto serena su questa cosa, comincio a chiedermi se per fiammiferino un problema lo sarà, avere una mamma così "diversa".
Ancora di più mi domando se a lui toccherà sorte simile e se dovesse essere (speriamo di no!!!) se me ne darà la colpa. Sono piccoli loop mentali, niente di grave, ma che ti costringono a pensare a come affrontare situazioni anomale.
Vivere con consapevolezza e attenzione a ciò che ci passa dentro questi 9 mesi è un vantaggio operativo.


Ok, ok, è ora di abbandonare il linguaggio lavorativo.