Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

mercoledì 12 gennaio 2011

Lavorare fino all'ottavo mese

Ero partita dicendo: se mi propongono la maternità anticipata sto a casa subito! Mi godo questo evento straordinario, uno stacco deciso dal lavoro, magari faccio anche sport. Nuoto. Sì, nuoto e yoga. Vai!

La maternità anticipata me l'hanno anche proposta, ma era già iniziato a piovere, certe giornate così grigie che il pensiero di stare a casa (pur immersa nei miei buoni propositi) non mi faceva più sentire bene.
Sono andata avanti e oggi ho chiesto all'ufficio del personale cosa devo fare per poter lavorare fino all'ottavo mese. Un mese in più dopo la nascita a me sembra cosa molto desiderabile, anche più dello yoga.
Funziona più o meno così:
- Visita dal proprio ginecologo e suo certificato di buono stato e nulla osta a lavorare un mese in più;
- Consegna del certificato in azienda;
- Contatto e visita con il medico del lavoro che darà autorizzazione definitiva;
- Consegna di certificati e autorizzazioni all'Inps per utilizzo della flessibilità ottavo mese.

Facile eh? Niente mail o trasferimenti telematici di informazioni. Le care vecchie cose handmade...