Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

lunedì 29 novembre 2010

Le onde di emozione (Rave party)

I week end sono diventati troppo brevi.
Anche le notti. C'è sempre una sveglia intorno alle 5 per urgenza pipì e poi la sveglia delle 7 arriva in un attimo.
Al di là di ciò che scrivo qui, che mi farà da promemoria, di questa gravidanza io ricorderò soprattutto il sonno, la "coccolite acuta" (vorrei vivere nell'abbraccio di GF tutto il tempo) e i pensieri contrastanti.
Le onde di emozione.
Capisco perchè agli uomini la gravidanza appaia come un periodo misterioso. Non vorrei essere nei loro panni. Improvvisamente si trovano al fianco di una donna così volubile, che la piuma al vento sembra un ricordo di solidità. A discolpa dell'intera categoria delle donne in attesa voglio dire che niente è perfettamente governabile e che tutto, anche le cose più assurde, a noi sembrano reali, plausibili e assolutamente fondate.
Per cui quando vado in paranoia perchè convinta che non ce la farò, io ci credo fermamente.
Quando sono agitatissima, perchè temo che fiammiferino non stia bene, ne sono convinta.
Esattamente come quando immagino scenari  così belli che devo fare sforzi di immaginazione che neppure Andersen nelle sue fiabe ne ha fatti così tanti, io ci credo.
Ci credo che poi sono stanca morta. Non mi fermo un attimo.
I neuroni sono in rave party con gli ormoni.

Nessun commento:

Posta un commento

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)