Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

mercoledì 25 luglio 2018

Io sto dalla parte delle donne

C'è un tema che mi sta molto a cuore.
La violenza sulle donne, quella domestica, quella che si traveste malamente come una storia d'amore per celare la sua vera fisionomia: un incubo pericoloso.
Non se ne parla mai abbastanza, non si dice, non ci si schiera mai troppo.
Sto dalla parte delle donne.
Di quella che deve stare zitta perchè è cretina.
Di quella che sbatte sempre il naso contro la porta
Di quella che inciampa
Di quella che non è lui, sono io
Di quella però mi ha chiesto scusa
Di quella con i lividi nascosti dalle maniche tirate giù giù
Di quella che non se ne va perchè se no i figli
Di quella che se n'è andata e lui le manda mille messaggi al giorno
Di quella che ha denunciato ed è stato inutile
Di quella che no l'hanno trovata più
Di quella che l'hanno trovata ed era in un fosso
Di quella che non ha il coraggio
Di quella che si vergogna
Di quella che ancora non ha capito
Di quella che non sa con chi parlare
Di quella che è tutto bellissimo, ma trema quando lo sente tornare a casa
Di quella che io lo salverò
Di quella che giustifica e non trova altra spiegazione all'orrore
Di quella che ha i lividi li ha nell'anima, perchè lui non alza le mani, affonda cattiveria fin dentro il cuore
Di quella che devi stare a casa, che te ne fai di un lavoro
Di quella a cui conta i soldi e un vestito nuovo solo a Natale, se sei stata buona
Di quella che un no le costa caro
Di quella che un sì e allora è vero che sei puttana
Di quella che è giusto così, tanto non valgo niente
Di quella che lui è meglio che da sola, perchè da sola non ci so stare
Di quella che se non ci fossi io chissà tu cosa faresti, incapace come sei
Di quella che non va mai bene così com'è

Non ho soluzioni vincenti, sono però sicura che se niente si fa, nulla cambia.
A me, a voi, chiedo di tenere occhi, orecchie e cuore aperto e di essere sempre pronte ad aiutare un'altra donna in difficoltà.
Ci riguarda tutte, non sono storie lontane.
Insieme possiamo fare tanto, una rete invisibile e invincibile di sicurezza. Possiamo essere il luogo sicuro in cui parlare, le mani che tengono, la testa che guida piccole rinascite.
Lo fate, lo so, e lo farete.