Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

venerdì 12 gennaio 2018

Mi regalo un compleanno lungo un anno.

La prima scocciatura di ogni anno nuovo è il compleanno, il mio.
Che è praticamente qui e mi ricorda di mantenere un profilo basso, di considerare l'utilizzo ANCHE di una crema notte potentemente antirughe, rigenerante e miracolosa, di non esagerare in genarale in tutto, di pianificare attentamente il mio futuro preservamento, perchè da qui in poi ciao bella.
Quest'anno sono 49, ve lo dico con il magone tra i tasti. Lo so, non compiere più gli anni è decisamente peggio, ma santapazienza come ci sono arrivata fin qui?
Faccio il gioco del "se fossi ..." per capire meglio,  poi concludo che se fossi gnocca sarebbe tutto diverso, se fossi ricca non ne parliamo proprio, ma in ogni caso sempre 49 sarebbero. E il conto non mi torna, proprio no. Voglio dire a 49 anni mia madre aveva due figlie all'Università, fuori casa, aveva un talleur e un paio di tacchi per ogni occasione e mai si sarebbe sognata di infilare jeans a sneaker. Era una signora, che faceva cose da signora. 
Io no, ho anche le sneakers a fiori, per questo non posso davvero avere 49 anni. 
Ci deve essere un errore.
Dev'essere che sono una perennial, cioè della generazione trasversale: lascia stare l'età, io sono ciò che mi interessa, sono tech, geek, freak a volte, sono il mondo che mi circonda, gli amici di tutte le età che ho, ho la mia visione globale e il mio personalissimo panico, ho fiducia in me stessa, soprattutto se sto bevendo un buon rosso, corposo. 
Ecco forse da trasversale va meglio, anche se di traverso, di profilo, si nota di più il lieve cedimento del mento e degli zigomi. 
Sono frontalmente trasversale, ecco.
Comunque sia, 49 sono e 49 restano.
Avrei voluto fare una gran festa, ai 49 proprio, che ai 50 sono buoni tutti. Poi però arrivo sempre lunga sulle mie pensate, sogno molto più in grande e velocemente di ciò che riesco a fare. 
Ho comunque un piano B: festeggerò tutti i giorni un po', fino al prossimo compleanno. 
Per i 49 mi regalo un compleanno lungo un anno.
Ho un anno di tempo per salutare il decennio dei 40, entrare nei 50, in menopausa e in una taglia a scelta divertita, strapazzata e non da presa male.
Siete tutti invitati:venire solo se davvero motivati e soprattutto se seriamente perditempo.