Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

giovedì 14 settembre 2017

Senza miti e senza ragione

Quest'estate abbiamo letto un libro di fiabe e leggende dei miti greci.
E' una lettura abbastanza impegnativa perchè ogni mito, anche reso in formato bambino, ha molta violenza, prepotenza, inganno.
Spesso Cig interrompeva la lettura con un "Ma non è giusto così" o brontolava su come Eracle l'avesse vinta sulle sue fatiche con molti trucchetti, mai con un gioco leale.
E' però una lettura utile, aiuta a prepararli a temi ben più truci e ben più attuali, perchè da quei miti a oggi non solo le cose non sono migliorate, non hanno neppure più la giustificazione della bizzarria di un dio o una dea di malumore.
Di quello che anticamente si usava come iperbole, come simbolo, oggi ne abbiamo fatto realtà. In alcuni casi, come rapimenti, uccisioni, sparizioni misteriose di donne, ne abbiamo fatto neologismo, quotidianità, orrore ricorrente.
Senza più la favola dietro.
Senza più niente di fantastico, ultraterreno, mitico.
Me lo chiedo spesso come spiegherò a Cig che ci sono amori malati, come la favola più finire con un omicidio, anzichè in un languido addio o un vissero tutti felici contenti di ordinanza.
O che ci sono istinti indomabili e che niente può l'umana ragionevolezza contro di loro, a quanto pare.
Siamo senza miti e senza ragione. 


Nessun commento:

Posta un commento

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)