Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

mercoledì 19 luglio 2017

Le cose che non cambiano, nonostante tutto


​Parliamo spesso delle cose che cambiano definitivamente una volta diventati genitori, in particolare mamme.
Diciamo poco invece di ciò che non cambia e anzi migliora anche un po'.
Ci ho dovuto pensare, non è così immediato, perchè a non cambiare sono solo quelle cose che non vengono intaccate dalla mammità e va da sè che siano poche e quasi invisibili.

Mi piace fare le valigie, come prima. Metto il minimo e l'indispensabile, più una cosa assolutamente fuori contesto, tipo il maglione di lana nella valigia per il mare d'agosto. La verità è che meno porto meno mi dimenticherò, e il maglione è la possibilità in più.
La verissima verità è che mi piace fare solo la mia di valigia, però, quindi Cig rischia sempre di viaggiare con cose a caso.
Mi piace guidare l'auto, soprattutto fuori città. E' come se una volta a bordo potessi andare ovunque, in luoghi sconosciuti, in nuove avventure. Mi piace guidare da sola, ma è quando siamo tutti insieme che cantiamo a squarciagola.
Fare colazione da sola e in silenzio, almeno 15 minuti di vantaggio sul resto del mondo, grazie.
Amo leggere, leggo di più e cose diverse adesso.
Scrivere è la mia passione, lo è stata, lo sarà. Migliora col tempo, ma non è merito di Cig.
Tirare tardi la sera con gli amici. Tardissimo. Ogni volta che è possibile.
Chiacchierare di un qualche niente di fondamentale importanza.
Mi piace fare le boccacce davanti allo specchio e le bolle di sapone quando mi lavo la faccia. Cig pensa che sia per far ridere lui, ma è me che faccio ridere da sempre.
Parlare da sola. Lo faccio da quando ero piccola, ma smetto quando voglio eh.
Ballare da sola, in cucina. Mi sento uno shamano che invoca gli spiriti, qualunque cosa voglia dire.
Mi sono tenuta stretta e uguale anche la curiosità, la cellulite e la buffonaggine. La cellulite non è proprio uguale, ma vabbè.
Cucinare mi piaceva tanto e mi piace sempre di più, quando ho tempo. Anche se a Cig non piace niente di quello che faccio: a lui piacciono i wurstel poverino, ha ancora tanto da imparare.
E poi nella mia testa ho sempre 30 anni, ma questo probabilmente è un problema che prima o poi dovrò affrontare seriamente.




Nessun commento:

Posta un commento

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)