Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

lunedì 17 luglio 2017

DaSettembre


Da settembre, un sacco di cose.
Non lo so cosa mi prende, ogni anno, alla vigilia delle vacanze:
è come se si interrompesse il mondo fin qui conosciuto e mi aspettassi di trovarlo tutto cambiato, da settembre.
Che poi, lo so, dico settembre per illudermi che le vacanze dureranno almeno 6 settimane, ma insomma le parole sono importanti e DaSettembre, che è tutta una parola, crea più spazio per pensare e agire. 
Da qui a settembre, di solito, leggo cose mai lette prima, scrivo cose che poi tengo per me, coltivo desideri che poi dimentico, prendo decisioni importanti, inderogabili, che poi tralascio. Vacanza è lasciare i pensieri liberi di correre dove vogliono, di conoscere cose nuove. Deve essere per questo che poi un po' mi confondo e mi serve tempo per tornare alla realtà.

Come mi vedo io DaSettembre:
Strafiga. Abbronzata, dimagrita, tonica e senza più traccia di borse sotto gli occhi. Esente dalla forza di gravità, mi aspetta un lungo periodo di ritrovata gioventù. Almeno fino a ottobre.
Creativa. Scriverò tantissimo, tra cui almeno un paio di bestseller e un saggio che sarà pietra miliare in una qualche comunità che ancora non conosco, fonderò un magazine, imparerò perfino a disegnare. 
Milano non sarà più Milano, ma un posto meraviglioso.
Materna. giocherò ai supereroi, capirò tutto, non dimenticherò niente e non sarò sempre di corsa. 
Stilosa. Troverò l'accordo definitivo tra me e il mio guardaroba, me lo sento.
Sportiva. No, questo non è vero, neanche a settembre.
Determinata e anche determinante. Spero.
Rilassata e perfettamente padrona di me stessa.

Come sarò veramente DaSettembre:
come adesso
solo un po' più in ritardo sulle cose da fare, con i compiti delle vacanze da finire in zona cesarini, con le scarpe che non sopporto dopo un mese di infradito, con lo sconforto che mi piomba addosso nel ritrovare Milano sempre Milano, con l'insoffrenza da luogo chiuso e non si sente neanche il vento, con i piedi ben saldi su nuvole che si sciolgono in fretta, con la nostalgia del mare che mai si stempera, ma che a settembre è quasi dolorosa
con quel mood di merda che ho al ritorno dalle vacanze.

E voi, come sarete DaSettembre?



Nessun commento:

Posta un commento

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)