Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

lunedì 5 settembre 2016

L'8 settembre cambia tutto, inizia la scuola.

SIAMO I 3 MOSCHETTIERI :)
(immagine da Google)
Ci siamo.
Giovedì entreremo nell'era della scuola.
Quella di epoche intere di compiti delle vacanze, di crisi del "non ci voglio andare più", dei migliori amici, del non capisco, del che belli che sono i numeri (o le lettere, a seconda delle inclinazioni).
Abbiamo etichettato ogni penna, matita, forbice, gomma, perfino ai pensieri abbiamo messo un'etichetta.
Abbiamo un grembiulino con Spiderman, che mica si può andare a scuola senza neppure un supereroe.
Abbiamo dubbi, preoccupazioni e tanta curiosità.
Cig oscilla tra l'entusiasmo e il "io torno alla materna, va".
Noi incrociamo le dita e un po' il cuore sobbalza di emozione.
Perchè secoli fa nasceva un fagottino cigolante e adesso c'è un ragazzino che prova gli spallacci della prima cartella.

Cig è anticipatario, probabilmente sarà il più piccolo della sua classe.
E già mi scontro con la competività altrui
"uh, per la nostra cucciola la prima sarà una formalità, sa già leggere e scrivere"
"Ah, bene. Cig invece sta ancora giocando e lo mandiamo a scuola proprio per imparare a leggere e scrivere" sorriso.
E' vero, noi fin qui abbiamo giocato. Non ho insistito su lettere e numeri, è stata un'estate libera. Abbiamo imparato altro, come andare sott'acqua, giocare a bocce e parole nuove come "formidabile" e "micidiale".
I timori sono leciti, così come le maniche rimboccate, pronti ad aiutarlo.
Nessuno è mai davvero pronto per iniziare la scuola, neppure i genitori.
Per questo piano piano ci stiamo allenando tutti.
La scuola è un affare di famiglia, un nuovo inizio per tutti ed è tutti insieme che ci stiamo arrivando.
Stiamo lavorando un po' di più sulle regole, sulla condivisione, sull'abitudine di raccontarci la giornata. Abbiamo, insieme, scelto e preparato tutto il materiale scolastico immaginando cose bellissime che sui quei quaderni verranno scritte o disegnate sull'album da disegno.
Stiamo cercando di infonderci serenità e spirito d'avventura.
Siamo i tre moschiettieri della prima elementare, uno per tutti, tutti per uno.

E voi, come vi preparate al primo giorno di scuola?

Nessun commento:

Posta un commento

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)