Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

mercoledì 25 novembre 2015

#25novembre: raccontiamo favole diverse e salveremo il mondo.


Ogni tanto qualcuno dice che le mamme di figli maschi hanno responsabilità in più, perchè educheranno gli uomini del futuro che dovranno essere meglio di quelle del presente.
Non rispondo quasi mai perchè mi sembra una sciocchezza.
Immagino che l'impegno di ogni genitore sia di crescere persone tutte intere e penso che l'educazione troppo"di genere" fin qui non abbia dato risultati grandiosi.
Comunque, quando ho saputo di aspettare un maschio, un po' ci ho pensato anch'io: vorrei fosse un uomo giusto, buono, sicuro di sè.
Immagino che avrei avuto pensieri identici mi avessero detto di aspettare una bimba, non credo avrei fantasticato su cose tipo: vorrei fosse gnocca, una principessa delle favole, la regina della casa.
Tant'è.
La questione, da qualunque punto la si guardi, non è semplicissima.
Se hai una bimba e la cresci giusta, buona e sicura di sè potrebbe un giorno incontrare un uomo a cui manca la sicurezza, per esempio. Sarà innamoratissima per un po', per quel senso di protezione che piace tanto alle femmine, ma poi spererà (forse) che quell'uomo torni ranocchio e magari non l'avesse mai baciato.
Un uomo insicuro non sai come potrebbe reagire a un ti lascio, però. Potrebbe far finta di niente e struggersi in nostalgie infinite, oppure reagire male e pensare che quella ex bambina cresciuta così bene sia cosa sua e qui si complica tutto, diventa una storia bruttissima, di quelle che conosciamo fin troppo bene.
Se hai un bimbo e lo cresci giusto, buono e sicuro di sè potrebbe un giorno incappare nella principessa di turno, ogni riccio un capriccio per intenderci. Sarà innamoratissimo per un po', per quella sensazione di continua conquista che piace tanto agli uomini, poi spererà che la bella principessina venga punta da un fuso, si addormenti per 100 anni e lascerà che sia un principe azzurro a salvarla. La exbimba principessa ci resterà malissimo, si struggerà in infinite nostalgie, passerà intere giornate a whatsappare l'uomo buono e giusto, rendendosi un tantino ridicola e autorizzando il principe azzurro a pensare a lei come a una bisognosa di eterna protezione. Una cosa sua quindi e appunto è proprio questo che dovremmo evitare.
Fateci caso comunque.
L'archetipo dell'uomo prepotente e potenzialmente pericoloso è proprio il principe azzurro: che bacia, sveglia, costringe a salire sul cavallo bianco, porta a casa sua, sposa, senza chiedere mai il parere della principessa di turno. Rapimento e molestie, c'è tutto.
Fate caso anche, perchè è importante, che la principessa è sì gnocchissima, ma sempre infelice e, cosa fondamentale, tenuta fuori dal mondo (dorme o è in qualche torre), custodita gelosamente da un incantesimo che di solito è opera di una strega cattiva, ma personalmente ho sempre pensato fosse opera del padre, a sua volta ex principe azzurro. La madre, solitamente è morta e non ha più voce in capitolo. Da ex principessa salvata potrebbe raccontarne delle belle, mettere sul chi va là la bimba. Ma niente, muore sempre, possibilmente di parto e ciao.
Notate pure, dato che ci siamo, che le favole solitamente sono pensate per le bimbe.
Per creare quella suggestione lì, della principessa salvata.
A un bimbo frega niente di essere il principe azzurro.
Preferisce gli Avengers.
Che sono la versione techno e un po' LSD del principe azzurro.
A non capirsi si inizia dalle fiabe e dai giochi.
cicciobellobua ha tutt'altre necessità rispetto a capitanamerica.
Accudimento=bimba; invulnerabilità=bimbo.
Un gran casino, credetemi.
Non se ne esce. A raccontare sempre le solite favole.
Per non avere più una giornata come il #25novembre raccontiamo favole tutte diverse e salveremo il mondo.
Insegniamo alle principesse a uscire dalle torri e a svegliarsi bene prima di salire su un cavallo e andare via con un tipo che si veste tutto di azzurro.
E ai bimbi spieghiamo bene che una principessa che dorme, fosse anche da 100 anni, molto probabilmente è una donna che finalmente si riposa un attimo o se vive in cima a una torre è perchè le piacciono gli attici con vista panoramica.
A tutt'e due ad accettare un no come risposta.



Nessun commento:

Posta un commento

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)