Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

martedì 21 luglio 2015

Sere d'estate aspettando il mare.

Expo, Albero della vita. Ci è piaciuto tantissimo :) 
"Mamma, sono tornato troppo presto dal mare. Non c'è neanche un mio amico" l'altra sera Cig sembrava davvero pensieroso. Dopo una settimana al mare dalla nonna, con papà, ha concluso che le sue vacanze fossero finite lì.
"Cig, non ti preoccupare. Dobbiamo ancora andare in vacanza. Torniamo al mare, sei contento?"
"Sììììì" come se gli avessi fatto un regalo.
L'estate in città non è facile, soprattutto per i più piccoli e soprattutto quando in giro non c'è davvero più nessuno.
E' il momento dell'anno in cui invidio un po' le mamme che non lavorano, che a giugno si trasferiscono al mare, per tornare in settembre a inizio scuola. Invidia magari è una parola un poo' forte, ma insomma, ci siamo capiti.
Le giornate di Cig sono un po' più lente, si sono allungate anche le sere, che se non è stanco non si riesce proprio a metterlo a nanna alla solita ora, le 21.30 (c'è ancora il sole, in effetti).
Mangia poco in questo periodo, dorme anche meno.
Il caldo, mi dice, gli fa venire da "gomitare".
Non insisto sul cibo, proponendo piccole porzioni, sapori leggeri e molta acqua.
Sul sonno ha tutta la mia comprensione. Stamattina eravamo noi due sonnacchiosi sul divano a guardare la tv, alle 6.20.
E' un luglio faticoso, ma ci stiamo divertendo.
Ci inventiamo le serate, piccolissime cose da fare insieme.
L'altra sera abbiamo ascoltato musica fino a tardi, abbiamo ballato, scherzato e alla fine ci siamo messi tutt'e tre sul lettone, ascoltando vecchie canzoni a caso, battendo il caldo con le finestre aperte, il buio, la musica a volume più basso. Relax.
Giochiamo al parco tardi, avvolgendoci di spray anti-zanzare e buon umore.
Leggiamo libri, inventiamo storie, creiamo frullati di ghiaccioli e frutta, coloriamo fogli con il pennarello oro, ci sfidiamo ai giochi sul tablet e io perdo, o invento spettacoli di bolle di sapone e le risate. Quest'anno poi, sarà il caldo, ci sono grilli e cicale anche da noi, insieme a un plotone di zanzare e a pistrelli che si aggirano come batman nella notte.
Anche ascoltare nuovi rumori è un bel gioco da fare con i bimbi piccoli.
"Sai - mi ha detto l'altra sera - abbiamo visto due cose bellissime: lo spettacolo hot wheels (a Mirabilandia ndr) e l'albero della vita (Expo ndr)"
"E chissà quante cose vedremo ancora, Cig"
"Ci sono altre cose da vedere??? e dove?"
Che bello quel senso immenso di tutto nuovo che hanno i bimbi, quel non sapere e quindi sorprendersi per ogni cosa, quell'attesa di cose che non si conoscono.
Sere d'estate. Noi tra due settimane andiamo al mare. Voi che fate? :)


Nessun commento:

Posta un commento

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)