Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

lunedì 13 ottobre 2014

I mostri sotto il letto.

Calvin & Hobbes :) 
Cigolino è in un periodo che non riesco a decifrare.
Va alla scuola materna volentieri, è di buon umore, ma qualcosa non mi convince.
Della richiesta quotidiana di regali vi ho già detto, non accenna a smettere, a volte cedo, a volte ignoro, altre ci mettiamo a spiegare che aspettiamo Natale, ma serve a poco.
Ci sono altri aspetti che ci lasciano un po' così, però.

Ha cominciato a fare la pipì a letto. Molto di frequente. Non si sveglia neanche. Ce ne accorgiamo noi, quando passiamo a salutarlo prima di andare a dormire. A quel punto sfiliamo il pigiama, ne mettiamo uno asciutto, cambiamo il letto e in tutto ciò lui non si sveglia. La mattina non se ne ricorda. Stamattina chiedevo alla maestra se ha notato qualche cambiamento nell'umore o nel comportamento di Cig, ma mi conferma che è sempre contento, partecipativo, sereno. Quindi mi sentirei di escludere che qualcosa lo stia turbando. Forse è stanchezza. La materna a tempo pieno e senza pisolino lo fa arrivare a sera stanchissimo. Forse ci sono dei mostri sotto il letto, va a sapere. Però Cig è sempre stato bravissimo e da quando abbiamo tolto il pannolino anche di notte (prima dell'estate) non ha mai bagnato, si è sempre svegliato in tempo per avvisarci.

Quindi, che succede? Vi è mai capitato che così, di punto in bianco, cominciassero a fare la pipì a letto?

Il nostro atteggiamento è assolutamente comprensivo, senza rimproveri: gli chiediamo solo di ricordarsi di chiamarci se scappa la pipì (certo che se neppure si sveglia, diventa difficile).
Per invogliarlo ieri sera GF gli ha promesso che, se ci chiamava per tempo, poteva poi venire a dormire con noi. Stanotte ha funzionato, si è svegliato e dopo aver fatto pipì mi ha detto "Adesso dormo nel tuo letto, vero?".
Arriviamo così alla seconda anomalia: Cig ha sempre dormito da solo, si è sempre addormentato senza troppi riti e solo da un anno a questa parte vuole sentire una storia (inventata, se no non vale) prima di dormire. Non ha mai chiesto di dormire con noi.
Da qualche sera invece chiede di potersi addormentare nel nostro letto.
Anche da solo, ma nel nostro letto. Boh.
Naturalmente i suoi 3 anni e mezzo non gli permettono di spiegarmi il perchè di queste cose, sta a noi decifrare. Ma non ce la stiamo cavando bene, mi sa, considerando lo stendibiancheria sempre aperto, con lenzuolina multicolor che non asciugano mai. O la notte appena passata sul bordo del letto, che nessuno di noi è abituato a dormire in un letto affollato e Cig continuava a spingermi via al minimo contatto. Alle 5,30 mi ha comunicato serissimo: Io me ne vado nel mio letto, ciao.
Devo avergli dato molto fastidio :D
O a quell'ora i mostri sotto il letto sono già andati via?




4 commenti:

  1. Anna, l'anno scorso , dopo un paio di mesi ha ripreso a fare pipì addosso durante il giorno. La cosa così come si è presentata è passata.
    Ma non mi illudo; credo che regressioni di questo e altro tipo si ripresenteranno. Dipende dal fatto che sono tanto contenti di crescere, ma quando ne acquisicono consapevolezza, nello stesso momento, sentono anche maggiormente che si stanno staccando da noi. Povere creature!! ( non sanno come sono fortunate a staccarsi...)Dobbiamo stare loro vicini e aiutarli a comprendere che anche se crescono saremo sempre lì. Baci Lisbet

    RispondiElimina
  2. Sì Lisbet credo sia così.
    Probabilmente Cig ha piccole ansie legate al fatto che all'asilo quest'anno non è più tra i piccoli.Lui però, essendoci andato prima alla materna, è il piccolo tra i grandi. Insomma, come se non trovasse il suo posto, ecco. Mi accorgo che ogni tanto fa il bambino piccolo in atteggiamenti o richieste (dormire con noi,per esempio). Bisognerà trovare il nostro giusto atteggiamento per rassicurarlo ;) io però mi intristisco molto, mi dispiace tanto saperlo in sue difficoltà, seppur piccole. Abbracci

    RispondiElimina
  3. Sto capendo sempre di più che i nostri figli passano dei periodo loro in cui manifestano in vario modo il loro mondo motivo, le loro paure, ansie, perplessità. Che non sono affatto piccole, sono le loro e sono molto importanti. Noi non siamo in grado di decifrare tutto, tanto meno il loro mondo interiore, ma possiamo stare loro accanto e vivere con loro questi momenti.

    RispondiElimina
  4. Eh sì Francesca, è così. Di tutto a me dispiace non capire il perchè, di non riuscire a intravvedere il cosa. Difficile il mestiere di genitore, proprio ;)

    RispondiElimina

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)