Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

mercoledì 20 novembre 2013

Diritti dell'Infanzia e Adolescenza, una giornata mondiale.

E' la giornata Mondiale dei diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza, oggi.
Più che un ricordarlo, ci vorrebbe proprio una festa, con tanto di palloncini e dolci, di favole da raccontare e cose da fare insieme, dove invitare tutti, mettere musica e ballare tutti insieme.
La Convenzione sui diritti, che hanno firmato tutti i Paesi del mondo tranne la Somalia e gli Stati Uniti (ma perchè?), è un testo che un po' commuove e un po' fa paura. Paura di più, però.
Se si è sentito il bisogno mondiale di scrivere 54 articoli sui diritti dei bimbi, non siamo messi benissimo.
Se è stato necessario spiegare che gli under18 sono persone a tuti gli effetti, deve essere stato un cammino piuttosto complicato e doloroso.
Per questo più che ricordata, andrebbe festeggiata questa giornata, fare più rumore: che ciò che è scritto è scritto, ma ciò che si fa è poi un altro paio di maniche, purtroppo.

Quindi organizziamoci.Qualcuno prepari i dolci, altri portino le aranciate e ci serve un dj :)
Gli articoli sono 54, dicevo.
Scegliamone uno, quello che ci piace o colpisce di più e diffondiamolo, oggi, nel modo che ci sembra più festoso.
Usiamo matite colorate e appendiamolo in casa.
Leghiamolo a un palloncino da liberare nel cielo.
Stampiamolo sulle magliette.
Mettiamolo nelle nostre bacheche Facebook o twittiamolo in giro.
Inventiamo una favola che lo avvolga.
O una filastrocca che poi diventa girotondo.
Disegniamo dove capita (possibilmente non le pareti di casa).
Parliamone con gli altri genitori e con i bambini.
Inventiamo il modo di rendere vivi e vivaci tutti e 54 gli articoli.
Farà benissimo anche noi, giuro :)

Io ho scelto l'articolo 29, mi piace molto.
E' il vademecum dell'educazione, della coltivazione armonica di indipendenza e rispetto per tutto ciò che ci circonda.
Dice così (in sintesi):
Gli Stati parti convengono che l'educazione del fanciullo deve avere come finalità
a) favorire lo sviluppo della personalità ...
b) sviluppare nel fanciullo il rispetto dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali ...
c) sviluppare nel fanciullo il rispetto dei suoi genitori, della sua identità ... e delle civiltà diverse dalla sua
d) preparare il fanciullo ad assumere le responsabilità della vita in una società libera ...
e) sviluppare nel fanciullo il rispetto dell'ambiente naturale.

Mica male eh? Io sarei parecchio soddisfatta se Cigolino crescesse così :)

A voi quale sembra il più bello?

Il testo della Convenzione lo trovate qui , da scaricare e conservare.

Nessun commento:

Posta un commento

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)