Com'è iniziata ...

Mi avevano detto che i figli bisogna averli da giovane.
Mi avevano detto che dopo i 35 è rischioso e anche faticoso.
Mi avevano detto che dopo i 40 è follia.
Quello che non dicevo io era che non avevo tutta questa intenzione di riprodurmi.
E niente, poi è andata che mi sono ritrovata a scrivere un blog per mamme, con un occhio di riguardo alle over 40.

lunedì 22 giugno 2015

Febbre 1 - Mamma 0

Notte di febbre.
Sarà stato il vento fresco e il sole caldo, le corse in monopattino fino a sudare anche le dita dei piedi e poi fermi nell'arietta, stanotte Cig era un ferro da stiro acceso.
"Mamma non riesco a calmarmi"
"Mamma stai qui per sempre"
"Cig, dobbiamo prendere la medicina così la febbre va via"
"No mai e mai, no"
Io non so che argomenti, armi e tecniche abbiate voi, ma io non sono riuscita a fargli prendere la tachipirina o il nurofen e neppure a misurargli la febbre.
E un po', io snaturata, mi veniva da ridere.
Sono cinque giorni che do la pastiglia di antibiotico al GattoGigi senza un miao, un tentativo di sputarla, un accenno anche minimo di rivolta.
Cosa del tutto atipica per un gatto.
So di bambini che il nurofen se lo berrebbero per merenda, che mai si accorgerebbero delle gocce di tachipirina mischiate al succo di frutta.

"Cig, prendiamo lo sciroppo"
"Mi fa schifo, no"
"Vuoi del succo?"
"Sì, tanta sete mamma"
Neppure un sorso e me lo restituisce sputacchiando
"Ci hai messo la medicina, non lo voglio"
"Cig, dobbiamo proprio mettere la supposta allora"
"Nooooooo" pianto disperato, ancorato al letto.

Si è addormentato rovente. Sono rimasta un po' con lui, seduta, mentre gli accarezzavo la fronte caldissima.
Non sempre la mamma sa come si fa.


Nessun commento:

Posta un commento

Se hai voglia di farmi un saluto, dire qualcosa, lasciare un messaggio. Io sono contenta se passi di qua, grazie :)